01-03-2018

Prurito Diffuso in soggetto Allergico

Buongiorno.

Da sempre soffro di riniti definite vasomotorie dagli specialisti ORL interpellati. Solo nei giorni scorsi, dopo aver consultato un allergologo, sono venuto a conoscenza di essere allergico agli Acari della polvere tramite la positività al prick test (le IGE totali già qualche anno fa risultarono superiori a 1000 unità senza tuttavia procedere con ulteriori approfondimenti su consiglio del medico curante).

Oltre alla rinite di cui sopra, dal 2015 sto "soffrendo" di un prurito generalizzato senza manifestazioni cutanee, intermittente (dura alcuni giorni per poi sparire anche per un mese intero o più), sopportabile tanto è vero che non mi gratto quasi mai con insistenza. I diversi dermatologi consultati hanno attribuito il tutto a pelle secca, mentre laddove hanno verificato manifestazioni cutanee (es. orecchio ed ano) sono convenuti sulla diagnosi di eczema seborroico e intertriggine rispettivamente, con prescrizione di creme cortisoniche e/o pasta di zinco.

A completamento ho eseguito recentemente anche una visita proctologica con rettoscopia per il prurito anale, dalla quale è emerso solo emorroidi di I/II grado senza sanguinamento. Nei mesi scorsi ho effettuato visita endocrinologica con ecografia tiroidea (negativa, con un linfonodo laterocervicale subcentrimetico reattivo), radiografia al torace (negativa), esami del sangue (novembre 2017):

1) NELLA NORMA: emocromo, protidogramma, ves, got, gpt, azotemia, glicemia, urine, bilirubina, gamma GT, trigliceridi, tempo protombina, ptt, sideremia ferritina, emoglobina glicata.

2) ESAMI INFETTIVOLOGICI: HIV, Epatite B e C, VDRL: Negativi

3) FUORI NORMA: Creatinina 1,56, Uricemia 7,00, Colesterolo Totale 208, LDL 137, Eosinofili 4,00%). Non assumo farmaci ad eccezione di un antistaminico di seconda generazione che prendo da qualche giorno come prescritto dall'allergologo insieme ad uno spray nasale cortisonico da assumere per 30 giorni.

Potrei avere un vs. parere e/o suggerimento per ulteriori eventuali approfondimenti?

Grazie e cordiali saluti.

Risposta di:
Dr. Gabriele Di Lorenzo
Specialista in Allergologia e immunologia clinica e Medicina interna
Risposta

Gentile Signore,

raramente il prurito da solo, cioè non accompagnato da manifestazioni cutanee, è di origine allergica. Degli esami riportati la creatinina è patologica, pertanto le consiglio di parlare con il suo Medico perché visitandola potrà indicarle gli esami e/o le visite da fare.

Faccia valutare anche al suo Medico la milza se è aumentata di volume. La xerosi cutanea (pelle secca) è causa di prurito le consiglio una crema idratante che potrà indicarle il suo Medico, eviti di usare bagnoschiuma.

Cordiali saluti

TAG: Adulti | Allergie | Allergologia e immunologia clinica | Dermatologia e venereologia | Ematologia | Esami | Giovani | Medicina interna | Pelle
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!