L’ESPERTO RISPONDE

Punture con siringhe

Buonasera x 3 anni ho studiato x fare l’infermiera e poi dato che mi sono trasferita altrove,nn ho lavorato xò ho sempre saputo fare le punture.ora che ho il figlio grande da 4 anni circa vado nelle case di persone che magari non hanno la macchina e non possono spostarsi,o persone a cui va fatta l’aflebo a casa,dietro un’offerta,non chiedo nessun tipo di pagamento.Non faccio solo le intramuscolari ma anche per endovena.e proprio con le punture per endovena mi è capitato di pungermi spesso con ago contaminato con sanguinamento dopo aver estratto l’ago dell’aflebo o dopo aver fatto una puntura.Ho scritto ad altri infettivologi-epatologi preoccupata per hiv e epatiti virali e sifilide e tutte le altre malattie a trasmissione sessuale. Mi è stato detto che con le punture di siringa anche endovenose fortunatamente nessuno si è mai infettato anche se è vero che è fatto obbligo a tutti gli infermieri che si pungono con relativo sanguinamento di farsi tutti i controlli del caso,ma i controlli sono fatti solo per uno scrupolo in ,per un rischio teorico,e non per un rischio reale.L’ISS ha detto queste parole:rischio non uguale a 0 ma si tranquillizzi perchè è un rischio solo teorico e non pratico.dimentichi con tutta tranquillità l’accaduto e continui a lavorare senza problemi.Si ricordi che il rischio reale è per i tossicI che si iniettano subito lo stesso contenuto in vena e tra iniettarsi e pungersi anche con sanguinamento c’è una bella differenza.La quantità di sangue presente nel solo ago,nn riesce ad infettare per nessuna malattia.Un'altra cosa di cui ho parlato con un altro sito come il vostro e un mio amico medico è che mia figlia ho saputo che più di una volta si è fatta le intramuscolari con una sua amica utilizzando la stessa siringa immediatamente dopo di lei quando aveva preso casa con questa persona per questioni di studio. Io sono andata in palla quando l'ho saputo ma anche in questo caso mi è stato detto che ovviamente non si fa una cosa del genere per rischi legati all'igiene e quant'altro ma che trattandosi di intramuscolari il rischio clinico per qualsivoglia malattia è uguale a 0 (HIV, sifilide, epatiti e altre malattie a trasmissione sessuale) perché non è come quando i tossicI si scambiano la siringa per farsi l'endovenosa. scrivo per sentire anche la Vs opinione, così da archiviare questi spiacevoli episodi. Grazie

Risposta del medico
Dr. Severino Caprioli
Dr. Severino Caprioli
Specialista in Malattie infettive e Medicina interna

Li archivi pure questi spiacevoli episodi, come lei li definisce. Sarebbe comunque opportuno che faccia "una tantum" un esame per HIV e per HCV (epatite C) e HBsAg; nessun rischio di contrarre la sifilide. La sua ragazza ha commesso una imprudenza imperdonabile. Le consigli di non farlo mai più.

Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
articoli correlati
Punture di zecca: quali sono i sintomi e come prevenirle
Punture di zecca: quali sono i sintomi e come prevenirle
3 minuti
Salute: punture killer, a rischio 8% italiani ed è allarme vespa 'aliena'
Salute: punture killer, a rischio 8% italiani ed è allarme vespa 'aliena'
3 minuti
Morsi e punture: come intervenire
Morsi e punture: come intervenire
8 minuti
Rischi in estate: cosa fare?
Rischi in estate: cosa fare?
2 minuti
Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
Cerca un medico nella tua città
Specialista in Malattie infettive e Igiene e medicina preventiva
Prov. di Cosenza
Specialista in Malattie infettive e Igiene e medicina preventiva
Prov. di Cosenza
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Igiene e medicina preventiva e Malattie infettive
Prov. di Napoli
Specialista in Malattie infettive e Igiene e medicina preventiva
Catania (CT)
Specialista in Malattie infettive e Igiene e medicina preventiva
Prov. di Caserta
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Medicina alternativa (agopuntura, omeopatia...) e Malattie infettive
Brescia (BS)
Specialista in Malattie infettive
Prato (PO)
Specialista in Igiene e medicina preventiva e Medicina del lavoro
Verbania (VB)
Specialista in Malattie infettive
Roma (RM)
Specialista in Igiene e medicina preventiva e Medicina di laboratorio
Vittoria (RG)