Logo Paginemediche
  • Programmi
  • Medici
  • Salute A-Z
  • Per le aziende
L’ESPERTO RISPONDE

Quali esami? quali terapie?

Buona sera, mi chiamo Daniela e ho 41 anni.Il mio problema è questo: dal 2004, in conseguenza di un raffreddore, mi è rimasta una "sensazione" di secrezioni in gola, localizzate all'altezza della base del collo (penso in corrispondenza delle corde vocali) sulla destra. Dunque, queste secrezioni ci sono veramente tant'è che le sento col passaggio dell'aria durante una normale respirazione (come si sentirebbe il catarro ad esempio) e per espellerle devo simulare con forza un colpo di tosse, sforzare il diaframma e spingere con le dita il punto della gola in cui ne avverto il deposito, altrimenti è come se non avessero fine (mi sembra di avere della colla vinilica che rimane appunto incollata alle pareti della gola). A volte mi impediscono di respirare, nel senso che talvolta "frammenti" di queste secrezioni si staccano e mentre respiro normalmente mi vanno per traverso.Sono già stata dall'otorino, ho fatto lastre ai polmoni temendo un focolaio di polmonite, ho fatto l'ecografia al collo e alla tiroide e non sono state riscontrate anomalie (ma la mia sensazione è quella di avere una sacca che contenga dette secrezioni). Per di più da quando soffro di questo disturbo, faccio fatica a cantare e non arrivo più ai toni alti cui ero solita. Può comunque essere ipotizzato un tipo di disturbo e il conseguente rimedio, meglio se naturale? O meglio ancora, quali altre analisi/esami posso fare per capire di cosa si tratta? Concludo che non sono mai stata fumatrice e cerco di evitare il più possibile occasioni di fumo passivo.Vi ringrazio per l'attenzione.
Risposta del medico
Dr. Paolo Noschese
Dr. Paolo Noschese
Specialista in Malattie dell'apparato respiratorio
Cara amica buonasera. Le terapie sono strettamente concatenate alla diagnosi. Questo concetto, ovviamente, è valido per ogni situazione patologica. Nello specifico, perciò, consiglierei un approfondimento diagnostico piuttosto che un indirizzo terapeutico che, per quanto detto, dovrà essere posto in seguito alla diagnosi. Una rinolaringoscopia a fibre ottiche è stata già effettuata? In tal caso è opportuna una TAC rinofaringea e del collo. Alcune volte la presenza di un laringocele (sacca preternaturale presente lateralmente alla laringe) potrebbe fungere da area di deposito di secrezioni portando a buona parte dei sintomi da lei presentati.
Risposto il: 01 Febbraio 2012
Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
articoli correlati
Prove di funzionalità respiratoria
Prove di funzionalità respiratoria
4 minuti
Test allergologici
Test allergologici
5 minuti
Eruzioni vulcaniche: i rischi per la salute e il clima
Eruzioni vulcaniche: i rischi per la salute e il clima
5 minuti
Certificato medico sportivo, quando serve
Certificato medico sportivo, quando serve
4 minuti
Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali