25-09-2012

Quali terapie sono disponibili per la gestione e la cura dei sintomi

Gentili dottori soffro di fobia sociale gia' da qualche anno,situazione che mi ha portato ad una lieve forma di depressione in conseguenza anche di un lutto familiare.sono andata da uno psichiatra che mi aveva prescritto sereupin 10 mg,poi sono passata a paroxetina(generico).Il fatto e' che non riesco ad essere costante e quando lo sono e vedo che sto bene interrompo la cura,poi pero' mi ritrovo punto a capo e ricomincio sempre di testa mia come mi aveva prescritto pero' lo psichiatra,ora soffro di fobia sociale,non sopporto di stare in mezzo alla gente,l'istinto sarebbe quello di scappare ogni volta che mi trovo in queste situazioni,i sintomi sono tremori,sudore,forte rossore al viso che mi porta poi a far notare a tutti il mio malessere e a peggiorare cosi la situazione,cosa devo fare?aiutatemi,sono stufa di vivere cosi ,attendo vostra risposta,cordiali saluti
Risposta di:
Dr. Federico Baranzini
Specialista in Psichiatria e Psicologia e Psicoterapia
Risposta

Gentile Sig.ra,

la Fobia Sociale può essere molto invalidante per gli effetti restrittivi sulla vita delle persone e il calo di prestazioni lavorative.

Le terapie ad oggi disponibili variano a seconda della gravità e invalidità provocata dai sintomi: si va dall'auto aiuto, alle tecniche cognitivo comportamentali tramite supporto professionale alle terapia di gruppo. Ovviamente come ha già potuto sperimentare ci sono farmaci che possono alleviare la sintomatologia ma una volta sospesi possono esporre a recidive, anche più gravose.

Questo dipende dal fatto che spesso la farmacoterapia rappresenta solo un adiuvante affinchè il paziente affetto da fobie possa avviare un percorso psicoterapeutico individuale o di gruppo. Spesso è solo attraverso l'azione combinata e sinergica di terapia farmacologica (non autosospesa appena si sta meglio) e psicologica si possono ottenere importanti risultati e soprattutto duraturi.

La costanza in questo tipo di approccio è fondamentale.

Spero di esserle stato di aiuto. Tanti auguri perchè possa trovare presto un sollievo.

 

 

 

TAG: Malattie psichiatriche | Psichiatria | Salute mentale