28-03-2006

Recupero

Salve mi chiamo Alessandro sono il figlio di Giancarlo, Ho una piccola domanda da farvi, vi ringrazio in anticipo per il vostro aiuto. il mio papa' circa un mese fa ha avuto un infortunio sul lavoro e inizialmente ha riportato la Frattura di 7 costole, il giorno successivo pero' ha subito una prima operazione in quanto riscontrata una perforazione intestinale a seguito della caduta. Papa' è stato poi successivamente rioperato per il ricollegamento intestinale la settimana successiva. Attualmente sta molto meglio, ma accusa senso di gonfiore immediato anche mangiando pochissimo e poi ha pochissimo stimolo per mangiare. A tal proposito volevo chiedervi quanto sono lunghi i tempi di recupero per INTERVENTI del genere? E quando potra riacquistare un funzionamento regolare dell'apparato digerente? Cordiali Saluti Alessandro.
Dr. Fegato.com
Risposta di:
Dr. Fegato.com
Risposta
La sua domanda è molto appropriata. Tuttavia per risponderle adeguatamente sarebbe necessario venire a conoscenza di una serie di parametri clinici, di laboratorio, anamnestici, che non è possibile in questo contesto. In linea generale, comunque, i tempi di recupero per questi tipi di intervento sono piuttosto lunghi, potendo far prevedere anche settimane per il ripristino del funzionamento regolare dell’intestino. L’età non avanzata di suo padre e la verosimile assenza di patologie concomitanti lascia spazio all’ottimismo e può far prevedere anche tempi di convalescenza più brevi nell’ambito di poche settimane.
TAG: Chirurgia | Chirurgia generale | Epatologia | Fegato | Gastroenterologia | Medicina interna | Trapianti
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!