Ringrazio anticipatamente per la eventuale risposta. Premessa alla domanda: Spesso avverto situazioni di spossatezza, Vertigini o giramenti di testa, associati sempre ad una diminuzione di battiti cardiaci, da 53 sino a 45 al minuto. Ciò mi accade oramai da tanti anni , da quando ero adolescente. Ho fatto tutta una serie di indagini, ECG, eco cardiogramma, prova da sforzo; Tutto in regola da eco e prova da sforzo, solo l'ECG e non sempre, ( in un paio di occasioni in almeno 10 ECG che ho fatto) ha evidenziato un emiblocco di branca sinistra, cui ha fatto seguito la prova da sforzo, risultata normale. Ora vorrei chiedere: può trattarsi di qualcosa di preoccupante? Quando mi capitano questi sintomi, mi durano da 1 ora sino anche a 3-4 ore con forte senso di malessere e disagio. Il mio medico dice che si tratta di una situazione vagale o neuro vegetativa legata ad un fattore ansioso (e in effetti sono molto ansioso). Visto che mi capita spessissimo, anche se dopo il ritmo ritorna normale sopra i 60 70 battiti e nonostante i risultati negativi della eco e prova da sforzo, sarebbe il caso di pensare ad un pacemeker? Devo dire anche che dopo l'assunzione di cibo il tutto passa e che presento anche cronici disturbi intestinali con Stitichezza e dolori all'addome DX. Quale potrebbe essere una cura appropriata a questi sintomi, qualora la cosa non si configuri come importante ( in senso di gravità ) e che quindi non necessiti di un pacemaker?