14-04-2017

Riprendersi dalla depressione

Salve! Sono una ragazza di 28 anni e soffro di depressione gravissima da anni. All'età di 12 anni ho subito abusi e questo mi ha spinto verso la droga (eroina). Dopo anni di lotta contro la dipendenza ci sono riuscita ad uscirne ma la droga mi ha fatta ammalare. Ho cominciato a curarmi col metadone ma il mio psichiatra me lo ha tolto e mi ha dato lo suboxone.
Ho smesso con l'eroina ma mi è venuta una depressione bruttissima. Ho provato il suicidio tre volte e poi sono stata ricoverata in psichiatria. I miei sintomi sono: apatia, anedonia, ipersonnia in dormo in media 14-18 ore al giorno, paranoia, ansia fortissima, tachicardia, irritabilità, sensazioni di insetti sul corpo, comportamenti anormali.

Mi sono isolata dal mondo, non esco di casa da mesi, non ho amici, non lavoro, in pratica sono come un'invalida se non di peggio. Ho provato di tutto: antidepressivi, efexor, sertralina, venlafaxina, stabilizzatori dell'umore, ansiolitici, psicoterapia, persino metodi non tanto ortodossi ma niente ha funzionato. Alla fine stanca di essere illusa e stanca di lottare ho smesso con le terapie. La mia domanda è se è possibile riprendersi naturalmente da una depressione del genere. È possibile che il mio cervello si riprenda da solo? Oppure vivrò tutta la vita in questo inferno? Sono molto grave e disperata e qualunque idea o speranza di uscirne mi farebbe bene credo. Grazie in anticipo.

Risposta di:
Dr. Orazio Palazzolo
Specialista in Psichiatria e Psicoterapia
Risposta

Penso che sia importante non rassegnarsi e continuare a lottare con l'aiuto di specialisti che possono prescrivere terapia farmacologiche che, secondo me, andrebbero associate alla psicoterapia vista anche la pesante storia personale che lei racconta. Cordiali saluti

TAG: Malattie psichiatriche | Psichiatria | Psicologia | Salute mentale | Terapie
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!