Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

28-08-2018

Ritardo del ciclo mestruale stress o gravidanza?

Salve,

volevo chiedervi se a causa dello stress il ciclo potesse ritardare oltre i 5 giorni. O anche a causa dell'aumento di 3kg... In questo momento mi sento terrorizzata, perché un ritardo del ciclo é spesso segno di una gravidanza. Eppure sono davvero sicura di non poter essere incinta, in quanto oggi é il 19 agosto (terzo giorno di ritardo), e le ultime volte che ho avuto rapporti PROTETTI (con il preservativo) é stato il 28 ed il 30 Luglio. E quest'ultimo non si é mai rotto.

Partiamo dal presupposto che il mio ciclo é SEMPRE regolare e non ha mai fatto un ritardo di oltre 2 giorni, ma questa volta si tratta di 3... E la cosa che desta più sospetti é che non ho nemmeno i soliti dolori pre mestruali che ho di solito, come crampi alla pancia e alla schiena, o meglio, ce li ho, tuttavia, rispetto a quelli che sento ogni mese, questi sono molto molto lievi, quasi impercettibili e si propagano durante l'arco della giornata, ma non in modo continuativo. Che cosa ne pensate? Per favore aiutatemi a fare chiarezza su questo dubbio. Grazie

Risposta di:
Dr.ssa Daniela Pelotti
Specialista in Ginecologia e ostetricia e Nutrizione e Scienze dell'alimentazione
Risposta

Il primo passo è quello di eseguire comunque un test di gravidanza su sangue, il dosaggio delle BetaHCG, per escludere una gravidanza. Un motivo per cui si può avere un ritardo del ciclo mestruale è una infiammazione delle ovaia causata da una intolleranza ai cibi con glutine. E’ nota ormai l’associazione tra celiachia e irregolarità del ciclo mestruale e/o menopausa precoce. La celiachia è una malattia autoimmune scatenata da un’intolleranza permanente alla gliadina, una sostanza contenuta nel glutine dei cereali. Tale alterazione del sistema immunitario facilita la comparsa di autoanticorpi diretti verso molteplici organi, tra cui l’ovaio, con conseguente distruzione anticipata della riserva ovarica, vale a dire il numero di follicoli ovarici Esistono anche forme borderline di celiachia, definite come “sensibilità al glutine” (gluten sensitivity), in cui vi è assenza di positività agli anticorpi antitransglutaminasi e alla biopsia dei villi (criteri standard per la diagnosi di celiachia). In entrambi i casi, una dieta priva di glutine è essenziale per determinare un sostanziale miglioramento clinico ed evitare la progressione della malattia. Può essere che in questo periodo lei abbia mangiato più cibi con glutine? Il glutine può causare iperprolattinemia e conseguente ritardo o blocco mestruale. Il glutine può causare con meccanismo autoimmune una ipofunzione tiroidea e giustificare l’aumento di peso che ha manifestato in questo periodo.

TAG: Adulti | Allergie | Apparato riproduttivo | Contraccezione | Disturbi dell'umore | Esami | Ginecologia e ostetricia | Giovani | Gravidanza | Salute femminile
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!