31-07-2017

Ritardo richiamo antitetanica e possibile infezione

Salve, sono una ragazza di 15 anni e avrei un dubbio che mi spaventa alquanto. Ovvero che giorni fa, all'inizio del mese, avrei dovuto fare un richiamo antitetanica (quello dei 15 anni per l'appunto) ma è saltato a causa della somministrazione di un altro vaccino di importanza maggiore. Così questo richiamo mi è stato spostato alla fine del mese prossimo, la dottoressa che mi ha vaccinata ha detto che dovrei essere coperta fino a quella data, perché ho fatto tutte le vaccinazioni obbligatorie precedenti da piccola, ma che in caso di tagli di entità preoccupante sarebbe meglio che facessi subito delle immonoglobuline per evitare problemi.

Il mio dubbio è che due giorni fa mi sono fatta un taglietto veramente piccolo sulla caviglia, non sono sicura se mi sono tagliata in campagna mentre giocavo con il mio fratellino piccolo o se è stato il mio cagnolino a graffiarmi (anche se a me sembra più un graffio del cane che uno in una pianta). Questo graffio è avvenuto la sera e io la notte non mi sono accorta di niente, ma la mattina dopo appena l'ho visto, l'ho disinfettato subito e pulito con acqua ossigenata. Ripeto che questo taglio è veramente piccolo e lineare, si va rimarginando velocemente e alla vista appare veramente insignificante, inoltre ho controllato bene, non è profondo ma superficiale, non fa male e non vi è presenza di corpi estranei come terriccio o spine.
L'unico problema è che ho controllato su alcuni siti internet per informarmi meglio e non sono molto rassicuranti su questi tipi di cose, dicono che le ferite procurate in campagna sono pericolose, anche le più piccole.

Io non ho avuto sintomi preoccupanti, anche se nei giorni precedenti sono già stata male a causa di una faringite e di una cervicale/otite causate da ventilatore e aria condizionata e a causa di forti sbalzi di temparatura, ho avuto anche mal di testa, spossatezza, occlusione della gola. Quindi in caso non so se potrò riconoscere eventuali sintomi confondendomi con quelli già avuti per altro. Domani dovrò fare degli esami del sangue di routine. La mia domanda era per avere un quadro più specifico della situazione dal punto di vista di un medico, così da stare un po' più tranquilla, visto che soffro di ansia eccessiva e di qualche disturbo di ipocondria; e per sapere, soprattutto, se questo tipo di ferite può risultare ugualmente pericoloso anche se di entità microscopica alla vista. Un'altra domanda che mi sorge spontanea è quella di sapere se dalle analisi del sangue si puó riscontrare se vi sono in corso infezioni del genere, anche in fase di incubazione, attraverso il numero dei leucociti. Grazie tante per la disponibilità e spero possa ricevere delle risposte abbastanza esaustive e tranquillizzanti al più presto.

Risposta di:
Dr. Pietro Di GregorioDottore Premium
Specialista in Gastroenterologia e Malattie infettive
Risposta

Quasi certamente lei è coperta immunologicamente dalla vaccinazione pregressa. La somministrazione di immunoglubuline specifiche (poco trovabili sul mercato) è una ulteriore precauzione.

TAG: Infezioni | Malattie infettive | Prevenzione | Vaccinazioni