Sono un soggetto di anni 54 alto cm. 178 e 82 kg. di peso. Sono affetto da oltre 20 anni da Epatite cronica attiva HCV correlata - Genotipo 1b - ed ho terminato a novembre del 2004 un anno di Terapia combinata (pegasys 180 mcg. + Ribavirina (800 mg. per i primi sei mesi mentre per i restanti sei mesi alternando 800 mg un giorno e 1000 mg un altro giorno poichè i valori del emoglobina si abbassavano fino a 10.50 - 11.00). Sin dal 3-4 mese ho avuto una risposta sia biochimica che virale ed è rimasta tale fino a 15 giorni dopo la fine della terapia. Dopo circa 3 mesi dall'ultimo controllo ho avuto ripresa della viremia con modesto rialzo delle transaminasi e per tale motivo lo specialista che mi segue mi ha proposto un ritrattamento perchè considerato soggetto "relapser". In proposito ho mostrato qualche perplessità circa il ritrattamento visto l'esito della precedente terapia tenuto conto anche del genotipo virale. Gradirei conoscere in proposito un Vs autorevole parere circa tale decisione assunta dallo specialista a meno che non voglia modificare la posologia e la durata della terapia. Ecograficamente si evidenzia un fegato di volume normale con Ecostruttura finemente disomogenea - Assenza di lesioni focali - Colecisti in sede ed alitisiaca - vena porta di calibro normale - circolo portale nei limiti della norma - milza lievemente aumentata di volume ad ecostruttura normale. Grazie.