buon giorno mi chiamo stefano e ho 43 anni abito a modena e sono un sottufficiale dell'esercito circa 5 anni fa una mattina dopo una discussione con alcuni superiori mi sono sentito male mi sono rivolto in infermeria e nel controllare la mia pressione e risultato che avevo 120 la minima e 200 la massima allora il dottore mi ha inviato a casa e... Leggi di più successivamente di rivolgermi al mio medico curante ove mi ha prescritto un lungo riposo e come di uncanto nel portare il documento al lavoro mi hanno inviato urgentemente all'ospedale militare (per larsene le mani) ove dopo un colloquio con una dottoressa psicanalista mi hanno appioppato a rate di circa 20,25,30,40 ecc.ecc.. giorni fino ad arrivare ad 1 anno e mezzo di convalescenza fino a che io non cè lo fatta più a rimanere a casa in convalescenza e mi sono adottato con sforzo per il rientro al lavoroe ci sono riuscito ma dopo 6 mesi una mattina alle otto(dopo una notte di dolori alla spalla) mi sono recato al pronto soccorso di modena dove mi hanno ricoverato di urgenza con IMA anteriore trattato con PTCA+ STENT su IVA e quindi9 e reiniziato il calvario della convalescenza ,dopo tante visite e prove di sforzo l'ospedale militare mi ha fatto parzialmente idoneo attualmente sono a casa in aspettativa per il riconoscimento della causa di servizio sono costante in salute non fumo più e pensare che fumavo circa 80 sigarette al giorno (vorrei spendere una parola sul fumo se mi è consentito ora che non fumo più da circa 1anno e mezzo posso dire che e vero che fumare fa male me ne accorgo facendo le scale di casa che prima alla 1 rampa di scale avevo la lingua che puliva il marmo ora riesco a farle anche di corsa anche se sono in carne peso circa 130 kg Ora la domanda e questa : lo stato di ansia reattiva con note disforiche possa aver causato l'infarto se e si a chi mi possorivolgere per produrre documentazione da dare al mio legale per promuovere causa di servizio.grazie anticipatamente