16-07-2018

Rm encefalo per vuoti di memoria confusione depressione ..

Buongiorno

alcuni giorni fa ho preso la risposta di un rm encefalo che ho fatto su richiesta di una neurologa da cui ero andata una prima volta per problemi (anni fa volevo fare una visita neurologica col ssn perché avevo sempre tanto sonno e stanchezza che mi hanno fatto perdere il lavoro e il resto..) di depressione ansia o non so come altro chiamarli e negli ultimi anni anche perdita di memoria e di nozioni tanta confusione rabbia, poi ho avuto delle vertigini non spiegabili e avevo spesso negli ultimi anni rumori debilitante agli orecchi dove l'ottimo non aveva trovato niente a parte ipertrofia dei turbinati e detto deviato. La Rm encefalo senza contrasto dice ( ma nessuno ancora mi ha riguardato le immagini e non lavoro..e non ho soldi per un'altra visita privata..e son giorni che sto da sola impazzendo a cercare di capire ) " sono presenti alcune aree iperintense nelle immagini a TR lungo a carico della sostanza bianca dei centri semiovali bilateralmente come da sofferenza ischemica cronica.

Ventricoli e spazi subaracnoidei nella norma , linea mediana in asse. Non rilievi patologici a livello degli angoli ponto - cerebellari. Ho 44 anni fino al 2010 donavo sangue e non avevo mai avuto colesterolo o trigliceridi alti la pressione sempre piuttosto bassa , fumavo saltuariamente e poco , aolo negli ultimo 3 o 4 anni finonal 2015 più regolarmente purtroppo ( stress esaurimento ) con pause di solo alcuni giorni e per qualche periodo finivo 20 sigarette in tre quattro giorni mette una volta lo facevo durare almeno una settimana. Ho fatto ecodopler carotideo e non so se devo riportarvi qui tutto ma diceva a destra un ispessimento 095mm a sinistra c'era una piccola zona di non riempimento totale della carotide col colore ( sangue ) . Può essere quindi che mi arrivi poco ossigeno al cervello da molto tempo? ..( croniche ) o cosa altro può essere? Ho letto molte cose in questi giorni, nel 2000 mi ero ricordata che avevo fatto un ecodopler arti inferiori io ricordo avevo molto dolore alle mani per lavoro che facevo in fabbrica e mi si gonfiava tanto e dolore immenso le gambe di notte già anni prima mi si addormentavano totalmente fino all'anca senza nemmeno formiccicolare erano proprio morte non le sentivo più tremendo, dell'ecodopler arti inferiori diceva c'era una moderata stenosi alle tibiali e flusso assente alle dite di entrambi i piedi, ( avevo 26 anni ) ma ricordo ero andata per i dolori tremendi alle mani gofie che mi ospitavano anche anni prima lavorando in fabbrica , non ricordo perché me lo deve fare alle gambe se gli avevo detto anche che mi svegliavo la notte con le gambe morte, poi avevo fatto una capillaroscopia che non andava bene ma poi più niente. Io purtroppo sono sola e non poter contare sulle mie capacità cognitive è un disastro, poi ovvio mi venivano tutte rabbie..

Non mi hanno piú guardato non mi hanno detto questo quell'altro..ho pensato di tutto a quando adolescente mamma accendeva un forno a gas che perdeva molto e mi.lacrimavani sempre gli occhi poi lei andava via e io e mia sorella tutto il giorno a respirare gas ( lei non se ne lamentava molto io tanto ma odiavo stare tutto il giorno al freddo per tanti mesi l'anno , poi quando ritornavano i miei genitori su scendevano i termosifoni , era sempre per risparmiare..anni prima con la stufa a legna che faceva sempre fumo io e mia sorella chiuse in casa. Quella del gas e del sonno l'avevi pensata anche parecchi anni fa perché mia sorella lo nasconde ma quando abitavamo insieme lo vedevo che dormiva moltissimo anche lei e che poi è nervosa che non ha tempo per fare niente. Io non si sa le cose che ho perso di imparare di fare di vedere ...perché avevo bisogno di dormire.. Scusi poi stando tutto il giorno sola a letto senza parlare con nessuno faccio così perché oramai ho perso tutto..Non sono capace di fare niente non ho affetti e nessuno che si ricordi di me non in negativ

Risposta di:
Prof. Carlo Gandolfo
Specialista in Neurologia e Terapia fisica e riabilitazione
Risposta

Occorre chiedere l'interpretazione dell'esame di RM a chi lo ha richiesto. Non penso che quanto descritto a proposito di problematiche di molti anni fa abbia alcunché a che fare con il responso dell'esame e con i disturbi riferiti, che fanno piuttosto pensare ad una malattia psichica per cui potrebbe essere utile una visita psichiatrica. Almeno, nel frattempo, cerchi di smettere di fumare.

TAG: Adulti | Cervello | Esami | Malattie psichiatriche | Neurologia | Psichiatria | Radiodiagnostica | Sistema Cognitivo | Sistema nervoso
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!