Salve, 15 mesi fa la mia fidanzata ha eseguito una radiografia al collo che ha accertato la presenza di un Linfonodo latero cervicale del diametro di 9 mm e l'assenza di linfodenopatie (spero sia esatto). Nel referto non c’era cenno sulla forma, anche se le stampe, ad occhi profani come i miei, dimostravano abbastanza chiaramente un profilo spiccatamente oblungo. Il nostro medico curante dopo essersi rassicurato ulteriormente (per via telefonica) con l’esecutore dell’esame, ha concluso che non c’era di che preoccuparsi e di stare tranquilli. C'è da aggiungere che l'esame radiografico è stato accompagnato da analisi del Sangue (effettuati in pieno ciclo mestruale), dove sono risultati valori della VES un po' alti (I ora: 20, II ora: 38). In tutti questi mesi non si è assistito ad una evidente riduzione della struttura, né d’altro canto a nessun sintomo in generale. Le ghiandole in questione non provocano dolore e le condizioni di salute sono buone a parte frequenti fastidi addominali che cessano con l'assunzione di un po' di cibo. Tuttavia, recentemente, è apparso un secondo ingrossamento accanto a quello già esistente. Come mai? C'e relazione con i dolori addominali? È il caso di ripetere gli accertamenti in modo più approfondito? Spero di essere stato chiaro. Molte grazie, Domenico.