Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

20-09-2006

Salve. a mio padre è stato impiantato dopo un

Salve. a mio padre è stato impiantato dopo un mese da un infarto e angioplastica un pacemaker, poco dopo l'intervento la parte interessata dall'intervento si è gonfiata e si è formato un ematoma inoltre ha febbre anche se non molto alta e ad ogni medicazione fuoriesce del sangue dalla ferita. Ora a distanza di 10 giorni sembra che la febbre stia passando. Volevo chiedere se è normale o se questa situazione può costituire dei rischi di infezione maggiori in seguito. cordiali saluti grazie.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Purtroppo nella sua domanda non mi dice dopo quanto dall’impianto del pace-maker si è verificato il problema. Purtroppo talora, subito dopo l’impianto, si può verificare un ematoma od una raccolta di sangue nella tasca del pace-maker. In genere una accurata pulizia della ferita, una antibiosi ad ampio spettro, lo svuotamento della raccolta di sangue, permettono nella maggior parte dei casi di risolvere il problema in pochi giorni. Se il problema persiste si possono tentare altre misure. In alcuni casi può diventare necessario rimuovere il pace-maker per poter garantire una guarigione completa della ferita e debellare l’eventuale infezione.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!