Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

09-05-2006

Salve a nostra figlia e' stata diagnosticata

Salve a nostra figlia e' stata diagnosticata colangite autoimmune, con i valori gamma gt molto alti, dopo la biopsia e la risonanza magnetica, hanno scoperto una conseguente infiammazione delle vie biliari. ci hanno comunicato che questa malattia sarà da tenere sotto controllo con farmaci per tutta la vita. quale scenario ci aspetta? quali disturbi avra' nostra figlia nella sua vita? dovrà seguire una particolare alimentazione? esistono cure atte ad una definitiva guarigione, per evitare le medicine a vita? grazie a chiunque ci potra da queste risposte.
Dr. Fegato.com
Risposta di:
Dr. Fegato.com
Risposta
La colangite autoimmune (CAI) è solitamente caratterizzata da un aspetto di alterazione enzimatica prevalentemente di tipo colestatico con elevati valori di IgG; test AMA negativo, ANA positivo; alla biopsia epatica si ha un aspetto simile a quello della cirrosi biliare primitiva (CBP). La sua esistenza come entità patologica autonoma tuttavia è tuttora dibattuta. Dal punto di vista istologico, essa non può essere distinta dalla CBP. Pertanto alcuni Autori hanno proposto di chiamarla CBP-AMA negativa. La storia naturale (possibili scenari evolutivi) rimane scarsamente definita. In alcuni casi è stato descritto che i pazienti con CAI hanno elevata incidenza di astenia ed insufficineza epatica. Anche la terapia ottimale rimane poco chiara. Sono stati utilizzati sia farmaci immunosoppressivi sia l’acido UDC. E’ stata descritta una remissione biochimica e clinica ma non istologica della malattia. Un livello di fosfatasi alcalina minore di 2 volte i valori massimi normali è stato indicato quale buon predittore di risposta.
TAG: Epatologia | Fegato | Gastroenterologia | Medicina interna
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!