Paralisi decisionale, perché non riusciamo a scegliere?

Paralisi decisionale, perché non riusciamo a scegliere?

Ogni giorno la nostra mente si trova ad affrontare centinaia di scelte. Ma cosa dobbiamo fare se si è incapaci di prendere decisioni?

Saper prendere decisioni è fondamentale per vivere. Ogni giorno la nostra mente si trova ad affrontare centinaia di scelte: alcune di queste saranno importanti, ed è qui che lo sforzo cognitivo entra in gioco; altre invece vengono attuate in maniera meccanica molto spesso a livello inconscio.

Troppe opzioni paralizzano la capacità decisionale

Uno dei fattori che può complicare il processo decisionale è la quantità delle opzioni a disposizione, tra le quali dobbiamo scegliere. Più è alto il numero di opzioni, più sono i fattori che la nostra mente dovrà valutare. Come mostrano i risultati di un ormai celebre esperimento, condotto dagli studiosi Sheena Iyengar e Mark Lepper, un ridotto numero di scelte rende più semplice e meno stressante prendere decisioni.

Molte scelte possono ostacolare la nostra capacità di riconoscere le vere priorità. Le nostre emozioni possono ingannarci così da alterare i nostri criteri decisionali. Se siamo preda della paura di prendere una decisione sbagliata è facile finire per non prenderne nessuna.

La fatica di prendere una decisione può trasformarsi in procrastinazione.

Come si supera la paralisi decisionale

La paralisi decisionale può essere però superata. Esistono infatti molteplici strategie che possono aiutarci portarci fuori dall’indecisione:

  • Trovare il tempo per riflettere
    La frenesia della vita ci toglie anche il tempo per pensare. Un recente studio ha mostrato che persino pochi millisecondi possono fare la differenza quando si tratta di prendere decisioni. Questo perché se diamo tempo al cervello di riflettere, esso si concentra sulle informazioni rilevanti.
     
  • Gestire le emozioni
    Tutti abbiamo sperimentato il livello di ansia eccessivo nel momento in cui le decisioni hanno una posta in gioco importante. La paura di sbagliare può complicare il processo decisionale o paralizzarci del tutto. Per questo è importante controllare le nostre emozioni, gestendo i picchi alti e bassi.
     
  • Semplificare la scelta
    Come abbiamo visto, la paralisi decisionale è spesso il risultato dell’incapacità di scegliere fra un numero troppo vasto di opzioni. Semplifichiamo riducendo le scelte opzionali, tre al massimo. Questo permette di velocizzare il processo.
     
  • Fare una lista di pro e contro
    Visualizzare i vantaggi e gli svantaggi di una decisione può aiutarci a chiarirci le idee. Basta usare un comune foglio di carta o un’applicazione per annotare pregi e difetti di ciascuna opzione. Così facendo, daremo al nostro cervello il tempo di osservare le diverse possibilità e questo ci aiuterà a prendere decisioni migliori.
     
  • Chiedere un parere a una persona della quale ci fidiamo
    Confrontarci con una prospettiva diversa dalla nostra può essere di aiuto per capire meglio quale scelta prendere.
     
  • Fissare un limite temporale
    Prendersi il tempo per considerare con attenzione una decisione è spesso molto utile, ma non deve essere una scusa a rimandare. È utile stabilire una scadenza precisa, entro la quale scegliere, e sforzarsi di rispettarla.
Cerca un medico nella tua città
Specialista in Psicologia e Psicologia e Psicoterapia
Sesto San Giovanni (MI)
Specialista in Psichiatria e Psicologia
Prov. di Milano
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Psicologia e Psicologia e Psicoterapia
Pisa (PI)
Specialista in Psicologia e Psicoterapia
Firenze (FI)
Specialista in Psicologia e Psicologia clinica
Milano (MI)
Specialista in Psicologia
Pisa (PI)
Specialista in Pediatria e Neuropsichiatria infantile
Prov. di Varese
Specialista in Psicologia e Psicoterapia
Roma (RM)
Specialista in Psicologia ad indirizzo medico e Criminologia clinica
Pescara (PE)
Specialista in Psicologia e Psicoterapia
Milano (MI)