27-03-2006

Salve egregio dottore, le volevo chiedere un

Salve egregio dottore, le volevo chiedere un parere su un referto di un holter fatto da poco, fatto perchè ho continue extrasistoli (anzi quando avevo l'holter quasi per niente) che accuso e mi danno molte fastidio. esse si presentano principalmente quando effettuo esercizi addominali, quando dopo aver fatto esercizio fisico o un po' di scale a piedi mi fermo (raramente mentre sono sotto sforzo), quando mi piego in avanti ma a volte (come stasera) anche col busto eretto mentre che ne so lavo i piatti. Mi dicono che può essere un'ernia iatale contro la quale poco o niente si può fare, forse qualcosa giusto per migliorare la sintomatologia. Da premettere che seguo una dieta precisa da un mese e nessun risultato e che sono bradicardico perchè faccio parecchio sport quotidiamanente (che fino a poco tempo fa non mi dava nessun problema). Ecco: l'ESAME HA EVIDENZIATO UN COSTANTE RITMO SINUSALE CONDOTTO CON P-R AI LIMITI BASSI DELLA NORMAE MARCATAMENTE BRADICARDICO, CON F.C.52 BPMED UN MINIMO DI 34BPM NEL CORSO DEL SONNO; LA MASSIMA F.C. DI 116BPM è STATA RAGGIUNTA NEL SALIRE ALCUNE RAMPE DI SCALE MA I BATTITICOMPLESSIVI SONO STATI SOLAMENTE 65045 SU 1283 MIN. DI REGISTRAZIONE. SONO STATI CONTATI SOLO SOLAMENTE 6 BATTITI IDIOVENTRICOLARI LENTI, AVVERTITI DAL PAZIENTE COME EXTRASISTOLI MA, VEROSIMILMENTE, PRIVI DI VALENZA EMODINAMICA. L'ANALISI SPETTRALE DELLE HRV PRESENTA UN'AMPIA CURVA GAUSSIANA DAGLI INTERVALLI R-R NEL DOMINIO DEL TEMPO, SPOSTATA A DX SULL'ASSE DELLE ASCISSE; NEL DOMINIO DELLE FREQUENZE SI ASSOCIA UNA PREVALENZA DI HF/LF IN CORSO DI RIPOSO, CON CONSERVATA PREVALENZADI LF/HF NELLE ORE DIURNE. Questo è quanto. Io avevo effettuato anche un ecg sotto sforzo a ottobre ed era andato bene, ma in quel periodo non soffrivo ancora di questi disturbi ed un ecodoppler cardiaco a giugno scorso che rilevava solo una lieve insufficienza tricuspidale e tutto il resto nella norma. Stasera ho avvertito per la prima volta anche dei colpi tipo palpitazioni però senza extrasistoli e senza tachicardia,almeno mi sembra. semplicemente il cuore battere molto forte all'improvviso con ritmo regolare però. lo sentivo proprio al centro sotto la giugulare. Forse il tutto è dovuto ad un Ernia iatale ed infatti effettuerò anche una gastroscopia però sono davvero insopportabili e anche sempre più frequenti, spero che non dovrò conviverci sempre. Il tono vagale c'entra qualcosa? So che negli sportivi è più accentuato ed anche che la stessa ernia quando si alza verso il torace lo stimolo e di riflesso da sintomi anche cardiaci. Concludo dicendo che sono un po' depresso perchè mangio in bianco da un mese ma non sono assolutamente in Ansia e so sentirlo quando lo sono,e poi spesso mi prendono questi episodi fastidiosi proprio nei momenti più spensierati e non me o aspetto. anzi quando faccio cyclette e mi fermo e mi perndono delle extrasistoli continuo a farla proprio perchè un po' mi passano in questo modo. In tutti i modi sono sempre più frequenti. La ringrazio e aspetto una sua risposta,saluti claudio
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Caro Claudio, è possibile che i disturbi che Lei avverte siano dovuti ad extrasistoli che possono essere presenti anche in assenza di patologie organiche del cuore e che nella maggioranza dei casi sono del tutto innocue, anche se fastidiose. Gli accertamenti che ha già effettuato evidenziano l’assenza di problemi cardiaci rilevanti. La bradicardia prevalente nel corso dell’Holter è quasi sicuramente da mettere in relazione alla regolare attività sportiva che pratica ed al conseguente aumento del tono vagale. L’eventuale presenza di un’ernia jatale può costituire una spina irritativi per “scatenare” le extrasistoli. Le ribadisco che quasi mai queste possono costituire motivo di pericolo. Completi gli accertamento proposti anche in senso gastroenterologo e se le venisse confermata l’ernia iatale le saranno senz’altro proposti alcuni rimedi.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!