Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

12-07-2006

Salve ho 31 anni, maschio, e vivo nel sud italia.

Salve ho 31 anni, maschio, e vivo nel sud Italia. Negli ultimi due anni, a seguito di svariati esami di laboratorio, ho riscontrato un andamento altalenante delle transaminasi: max gpt = 110, max got = 50; la ricerca di marcatori virali è risultata negativa per hiv, hav, hcv, hbv (risulto immunizzato contro hbv). Devo dire che raramente la got supera i 40, mentre la gpt oscilla in funzione dell'alimentazione rientrando in valori normali quando controllo quest'ultima (ma dopo mesi!) Conduco vita sedentaria, bevo alcolici e sono in sovrappeso. Questo spiega i valori altalenanti! Vero? Dalla ecografia risulta epatomegalia moderata, no stenosi; inoltre lieve aumento ferritina (180). Negli ultimi mesi avverto: un lieve dolore permamente dal lato del fegato che si protrae sul fianco (specie dopo aver bevuto alcol), lieve dolore all'altezza del bacino (credo in corrispondenza della parte superiore dei femori, soprattutto dx), stanchezza, indurimento al tatto della regione relativa al fegato. Direte che è il minimo che potesse accadermi sulla base delle indicazioni che vi ho fornito! Vorrei cambiare stile di vita ed evitare del tutto o quasi l'alcool. Le mie domande sono queste: 1) ho arrecato danni irreparabili al mio fegato? 2) ho cronicizzato la mia epatopatia? 3) se modifico stile di vita posso recuperare completamente i danni? come? 4) l'immunizzazione da hbv è permanente? Grazie infinite.
Dr. Fegato.com
Risposta di:
Dr. Fegato.com
Risposta
Sia l’assunzione di alcolici sia il soprappeso possono esserte responsabili di danno epatico e quindi alterazione della aminotransferasi. Il lieve aumento della ferrritinemia e la dolenza avvertita invece non sono collegabili al danno epatico. Non riteniamo che vi siano nel suo cvaso danni irreparabili al fegato. E’ ancora in tempo per rispriostinare una situazione normale nel fegato. Se modifica lo stile di viota certamente annullerà le alterazioni epatiche viste. Infine, l’immunizzazione da HBV, una volta ottenuta, è perenne.
TAG: Epatologia | Fegato | Gastroenterologia | Medicina interna
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!