12-05-2008

Salve,io soffro di fibrillazione atriale

Salve,io soffro di fibrillazione atriale parossistica e ho avuto in totale 5 episodi nell'arco di quasi tre anni attualmente sono in cura con almarytm.Inizialmente assumevo 100mg di almarytm due volte al dì , da settembre 2007 il mio cardiologo di fiducia di Milano mi ha ridotto la dose a 50mg due volte al dì il problema è che a dicembre ho avuto un altro episodio cardiovertito farmacologicamente in ospedale e i cardiologi dell'ospedale della mia città mi hanno riaumetato la dose a 100mg due volte al di una mattina e una sera.Richiamando il mio cardiologo di Milano e spiegandogli la situazione mi ha detto di continuare invece con 50mg due volte al dì.Il problema è che io da dicembre sto facendo quello che mi hanno detto i medici dell'ospedale della mia città non seguendo l'indicazione del cardiologo di Milano e quindi assumendo nuovamente 100mg due volte al dì.A questo punto vi chiedo come posso ritornare alla dose di 50mg due volte al dì come prescrittomi dal mio cardiologo di Milano tra l'altro molto noto visto che io non gli ho comunicato che assumo adesso 100mg due volte al dì ma è al corrente del nuovo episodio di fibrillazione e nonostante il nuovo episodio lui comunque ha lasciato inalterata la dose di almarytm cioè 50mg due volte al dì.Quindi chiedo posso ritornare tranquillamente a quella dose prescrittami?Cioe dico posso per esempio domani mattina decidere di passare da 100mg due volte al dì a50mg due volte al dì come prescrittomi dal mio cardiologo di fiducia oppure devo scalare la dose diversamente ?Da premettere che io non ho nessuna patologia cardiaca cuore sano ho fatto tutti gli accertamenti del caso quindi solo sporadici episodi.Vi ringrazio per la vostra cortese attenzione e spero di trovare una risposta al problema.Cordiali saluti.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
eve solo decidere da chi farsi seguire, se non ci sono problemi sul QT concordo con l’indicazione dei cardiologi di Benevento.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare