Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

08-01-2014

Salve, mi chiamo giada ed ho 29 anni. il 19 giugno

Salve, mi chiamo Giada ed ho 29 anni. Il 19 giugno del 2012 ho subito una frattura trimalleolare con lussazione ed in data 21 giugno sono stata operata. Mi hanno impiantato una placca alla tibia con viti più altro 3 chiodi. Uno di questi è stato aspirtato il 6 agosto dello stesso anno. Sono stata costretta in sedia a rotelle fino al 21 agosto. Ad oggi ho ancora forti dolori e un gonfiore costante che mi impediscono il normale svolgimento delle attività giornaliere. Ora volevo sapere se asportando la placca e le viti possono diminuire i fastidi. Ed inoltre, essendo timorosa nel subire questo intervento, vorrei capire meglio quali sono i tempi di recupero. La ringrazio in anticipo
Risposta di:
Dr. Giuseppe Colì
Specialista in Ortopedia e traumatologia
Risposta

Gentile utente, la frattura da lei riportata, con lussazione, non è una lesione semplice in quanto è tutta l'articolazione con capsula e ligamenti ad aver subito importanti danni. La inevitabile cicatrice che si sarà formata comporta indubbiamente una residua rigidità ed il gonfiore che nota è collegato al fatto che, non facendo un passo regolare, la "pompa di ritorno del sangue" che azioniamo camminando, le funziona meno. Per questi problemi potrebbe avvalersi di ginnastica vascolare da fare in opportune vasche/piscine attrezzate per eseguirla. Nulla purtoppo posso risponderle alla domanda che riguarda i tempi di recupero e la necessità di rimuovere i residui mezzi di sintesi, non potendola visitare e non potendo visionare radiograficamente la sua situazione obiettiva.

Cordialità

TAG: Ortopedia e traumatologia
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!