Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

25-07-2006

Salve, mi è stata diagnosticata un insufficienza

Salve, mi è stata diagnosticata un insufficienza mitralica da prolasso (moderata). Non ho sintomi. L'unico farmaco prescritto è l'inderal, che però mi è stato sconsigliato da un secondo cardiologo. L'inderal (che prendo da circa 1 anno) mi crea, ultimamente, una leggera e indefinita sensazione di mancanza d'aria. Ho notato che assumendo un integratore a base di coenzima Q10 (insieme a un integratore a base di olio di pesce) il sintomo svanisce. Incuriosito da questo fatto e non trovando una risposta, ho provato a verificare la documentazione in rete sull'argomento. Esistono alcuni documenti in inglese (apparentemente seri) in cui si spiega che il principio contenuto nell'inderal interferisce o blocca la produzione di coenzima Q10 e che quindi è consigliata l'integrazione di Q10 nei casi in cui si assume un betabloccante. Tutto ciò risponde a verità? Esistono dei betabloccanti sicuri che non distruggono il Q10? Una carenza di Q10 può addirittura creare problemi al cuore? Nel mio caso, considerato che a riposo la mia frequenza cardiaca è circa 54-57, è comunque utile l'utilizzo dell'inderal? Grazie.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Le ragioni per le quali Le è stato prescritto l’”inderal” passano verosimilmente attraverso una tachicardia sinusale inappropriata antecedente il farmaco o episodi aritmici in passato. Non mi risulta che l’interferenza con il coenzima Q10 abbia rilevanza clinica. Se il farmaco è indicato proseguirei nell’assunzione.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!