Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

29-06-2006

Salve! mio zio ha 73 anni e gli è stato

Salve! mio zio ha 73 anni e gli è stato diagnosticato un HCC moderatamente differenziato, AFP negativo, circa un anno fa. è ovviamente presente un quadro cirrotico, definito dai medici come "cirrosi criptogenetica", dato che è HBsAg e anti-HCV negativo, oltre a non avere mai bevuto in vita sua! dopo un tentativo con PEI il mese scorso, mio zio è stato dimesso e per quanto il nodulo neoplastico sia "apparentemente" stabile, pochi giorni fa si è presentato ittero, ascite e un aumento notevole di AST e ALT. i dottori ci hanno detto di tornare a casa e aspettare l'exitus... data l'età è impossibile un trapianto anche da familiare? è possibile che l'unica terapia da fare siano diuretici e albumina? la ringrazio, cordiali saluti.
Dr. Fegato.com
Risposta di:
Dr. Fegato.com
Risposta
Non conoscendo con precisione la storia clinica del paziente né gli esami clinici che lo riguardano, ma basandosi esclusivamente su quanto riportato, è impossibile esprimere alcun giudizio clinico. Se il nodulo epatico di HCC è unico e se vi sono condizioni cliniche/anatomiche permissive, potrebbe essere tentata una terapia ablativa percutanea con RFA, visto che la PEI è risultata inefficace.
TAG: Chirurgia | Chirurgia generale | Epatologia | Fegato | Gastroenterologia | Medicina interna | Trapianti
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!