23-02-2006

Salve, sono stato sottoposto allo "studio

Salve, sono stato sottoposto allo "Studio elettrofisiologico transesofageo". L'indicazione che mi è stata data è che sono affetto da WPW intermittente. L'ECG base ha dato il seguente risultato: ritmo sinusoidale 70 min BBdx incompleto, non presenza di preccitazione ventricolare. Il ciclo basale è di 800 msec. TRNS=1200. TRNSC=400 msec a freq. di 100 min. PW=150 min. Durante la stimolazione si sono registrati sporadici battiti preccitati. Periodo Refrattario via normale: 310 msec. Periodo refrattario vai anomala: non valutabile per assenza di preccitazione ventricolare. Conclusioni: normale conduzione seno-atriale ed atrio-ventricolare. Non si induce Aritmia sopraventricolare con stimolazione a frequenza crescente, burst, ramp ed extrastimoli (1°2°3°). Che cosa significa? Devo controllare regolarmente questa situazione? Posso continuare a svolgere attività agonistica? Grazie, invio saluti.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
L’esame elettrofisiologico riportato è in sostanza soddisfacente sia per l’assenza di preeccitazione ventricolare sia soprattutto per la mancata induzione di aritmie. Nella Sua domanda mancano tre dati essenziali: se vi è presenza di sintomi e quali sono i risultati dell’ecocardiogramma (non raramente la sindrome di WPW si associa a prolasso della mitrale) e dell’Holter. Se Lei è asintomatico, l’ecocardiogramma è normale e non si evidenziano aritmie di rilievo all’Holter, non vi sono controindicazioni ad una attività sportiva non agonistica ed è sufficiente sottoporsi nel tempo a controlli cardiologici. Per quanto riguarda la pratica sportiva agonistica la situazione è più complessa e necessita del parere di un medico sportivo e di un cardiologo aritmologo.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare