05-04-2006

Salve, sono un ragazzo di 21 anni di roma studente

Salve, sono un ragazzo di 21 anni di Roma studente di Ingegneria, sono un soggetto molto ansioso e inquieto interiormente, ma non esterno mai. Il punto è questo, da un annetto a questa parte in certi periodi sono letteralmente martoriato da fitte sulla parte sinistra del petto, un medico dello sport amico di famiglia più volte mi ha visitato dicendomi che erano solo fitte intercostali, e mi ha consigliato di condurre una vita più sana.Mi ha fatto elettrocardiogrammi periodicamente più una prova da sforzo, tutto ok. Non sono un grande sportivo, fumo irregolarmente, più che altro nei periodi di grosso nervosismo, ma ora sto tentando di smettere completamente e ci riesco senza problemi. Sempre da 1 anno a questa parte pratico sport a intervalli irregolari causa università impegnativa... Per la prima volta nella mia vita in questo arco di tempo si sono presentati anche attacchi di panico. Ora ho ripreso dopo 2 mesi di inattività a fare spinning, beh dopo la lezione di ieri sento il cuore appesantito e affaticato e ancora altre fitte... Cosa devo fare/pensare? vivere così non è possibile, con la paura di essere presi da qualche colpo da un momento all'altro.
Grazie mille, Emanuele.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Una volta che gli accertamenti cardiologici (visita, ecg, test da sforzo) siano risultati negativi, in un giovane di 21 anni, le probabilità di malattia coronarica sono prossime allo 0. Penso quindi che in presenza di uno stato di allarme protratto ed ingravescente (con insorgenza di attacchi di panico) lo specialista cui rivolgersi non sia più il cardiologo, ma lo psicologo.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare