Salve, sono un ragazzo di 29anni, peso corporeo 75kg, altezza 1.81cm. Da circa un anno e mezzo a questa parte convivo periodicamente (specie nel periodo primaverile ed autunnale) con dolori che, da profano, definirei "intercostali", localizzati la maggior parte delle volte sotto il seno sinistro e poco sotto l'ascella sinistra che, assai più di... Leggi di più rado, si tramutano in leggere ma fastidiose fitte di brevissima durata.Circa 1 anno e 2 mesi fa mi sottoposi ad un ECG con il seguente esito: ritmo sinusale 60b/min, asse elettrico equilibrato, ventricologramma nei limiti della norma. P.A. 120/80mmHg. Poi i sintomi lentamente scomparvero per ritornare però in pompa magna all'inizio dell'anno 2008, manifestandosi più che altro come bruciore alla parte superiore-mediana del torace, abbinati ad un forte senso di affanno oltrechè a leggera sudorazione (magari dovuta alla preoccupazione del momento...non saprei). Il medico curante, giorni fa, mi ha prescritto un EGDS, riconducendo tali sintomi ad un reflusso esofageo o ad un ernia iatale, prevalentemente motivato dal fatto che la notte non riesco a dormire sdraiato senza avvertire questo senso di bruciore al petto e questa sensazione di strozzante rigurgito, ma non le nascondo che la preoccupazione di una qualche anomalia cardiaca (magari indipendentemente dal reflusso) mi rende teso e nervoso in questi giorni.Alcune domande prima di concludere: il sollevamento pesi può creare problemi a livello cardiaco? L'eccessiva assunzione di thè o caffè durante l'arco della giornata (come nel mio caso ahimè)? Grazie per la cortese attenzione.p.s. Non bevo e non fumo, ci tenevo a precisarlo.