27-03-2006

Salve, sono una paziente affetta da tachicardia

Salve, sono una paziente affetta da tachicardia ectopica atriale congenita, sono stata già sottoposta a due ablazioni non riuscite, di cui l'ultima nel 1997. Adesso mi si consiglia una terza ablazione. A che tipo di problemi vado incontro effettuando la terza ablazione?? Se non l'effettuassi, volendo una gravidanza, a che tipo di problemi potrei esporre me e il bambino?? Grazie......Rosy.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Purtroppo non sono un esperto in tale materia, ma confido che chi le ha proposto un nuovo intervento lo sia e conosca bene il suo caso, d’altra parte è evidente che solo ricorrendo ad una tale procedura può sperare di interrompere le ricorrenze delle sue tachicardie. I problemi connessi con la gravidanza potrebbero essere di tollerare peggio la tachicardia in un momento di ulteriore sovraccarico del cuore legato alla gravidanza stessa. Mi è peraltro difficile cercare di darle una risposta più precisa non sapendo che frequenze raggiunge durante le tachicardie e come comunque le tollera. Problemi diretti per il bambino non ve ne sono se non quelli riflessi attraverso le sue condizioni di salute.