Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

18-03-2013

Salve,vorrei porre un quesito in merito ad una

Salve,vorrei porre un quesito in merito ad una serie di indagini, cliniche e strumentali, che mia madre, 66 anni, insegnante di lettere in pensione, ha appena terminato di effettuare con i seguenti risultatiR.M. DEL CERVELLO E DEL TRONCO ENCEFALICO, S. E C. CONTRASTOEsame eseguito mediante acquisizioni orientate nei tre piani dello spazio con immagini pesate in T1 e T2 con tecnica FLAIR, FFE e DWI completato con somministrazione di mdc.L'esame ha documentato la presenza di multiple aree di alterato segnale iperintensenelle sequenze T2 pesate a livello della sostanza bianca sottocorticalefronte-parietale bilaterale da riferire ad aree di gliosi in quadro di sofferenzavascolare cronica.In FFE si apprezzano piccoli foci di alterata suscettibilità magnetica incorrispondenza del solco centrale di sx e in sede frontale dx da riferire a piccoli esitiemosiderinici.Quarto ventricolo normale e in sede. Sistema ventricolare sovratentoriale dimorfologia normale, in asse rispetto alla linea mediana con iniziale ampliamentodelle porzioni posteriori.Ampliamento delle scissure silviane bialteralmente.CONCLUSIONIL'esame ha documentato la presenza di multipli esiti gliotici in quadro di sofferenzavascolare cronica.ESAME NEUROPSICOLOGICOAl colloquio clinico la paziente appare lucida e collaborante, riferisce difficoltà di memoria ...Alla valutazione neuropsicologica attuale la paziente appare orientata nel tempo (5/5) e nellospazio (5/5); conservate le informazioni personali e familiari.Linguaggio spontaneo normofluente, adeguato nella forma e nei contenuti ed esente da anomalieafasiche di rilievo.Comprensione verbale integra, come denominazione, ripetizione e abilità di letto-scrittura.Nella norma le prove di accesso al lessico per categorie fonologiche.Lo span di memoria a breve termine risulta nella norma per cifre e posizioni spaziali, mentre èdeficitario per parole.....La memoria a lungo termine episodica dichiarativa di materiale verbale non strutturato, indagatacon il test delle 15 Parole di Rey, risulta ridotta nell'efficienza per quanto riguarda la rievocazioneimmediata, dove la curva di apprendimento appare lievemente appiattita e discontinua, mentrerientra nella norma al richiamo differito, dove la paziente rievoca diverse parole.Memoria a lungo termine visuo-spaziale deficitario (figura di Rey recali).In conclusione, sul versante cognitivo si segnalano deficit a carico della memoria a brevertermine per parole, a lungo termine visuo-spaziale, della copia di disegni geometrici complessi e della pianificazione e riproduzione dell'orologio. Utile controllo nel tempo per monitorare l'andamento e el profilo cognitivo. Come è ragionevole comprendere, la mia preoccupazione è che il quadro descritto possa essere compatibile con i primi segni di una demenza degenerativa primaria, quali il morbo di Alzheimer.Quale potrebbe essere un percorso diagnostico più accurato ed efficace?Grazie
Risposta di:
Dr. Pietro De Domenico
Specialista in Neurologia e Psichiatria
Risposta

MI SEMBRA CHE IL PROBLEMA DI SUA MADRE SIA STATO CORRETTAMENTE AFFRONTATO. GLI ESAMI STRUMENTALI RIVELANO UNA GLIOSI RIPARATIVA POSTISCHEMICA. LA BATTERIA DI REATTIVI PSICOMETRICI A CUI E' STATA SOTTOPOSTA, PERALTRO COMPLETA, HA RIVELATO IN SOSTANZA UN MODESTO DEFICIT DELLA MEMORIA RECENTE. IL SUO TIMORE DI UN ESORDIO DI MALATTIA DEGENERATIVA (A PRESUMIBILE GENESI VASCOLARE VISTO IL REFERTO STRUMENTALE) E' IN PARTE LEGITTIMO . IMPORTANTE IL DECORSO CLINICO E CONTROLLI SPECIALISTICI PERIODICI.

TAG: Malattie neurologiche | Neurologia
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!