06-03-2006

Salve. vorrei sapere se con un'emorragia cerebrale

Salve. Vorrei sapere se con un'Emorragia cerebrale al talamo ventricolare mio nonno si può salvare. Per il momento i medici lo tengono in coma farmacologico per evitare che possa sentire dolori. Oggi, dopo 5 giorni, gli è stata rifatta una TAC e i medici ci hanno informato che l'emorragia si è fermata, è un buon segnale? Ah dimenticavo, la notte in cui gli è venuta questa Emorragia cerebrale hanno fatto un'operazione per mettergli un drenaggio. La prego mi dica secondo lei quante possibilità ci sono che mio nonno guarisca. So che i danni ci sono stati... ma non voglio assolutamente perderlo. Grazie, attendo una sua risposta. Fabiola.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Vorrei premettere che una risposta più precisa al Suo quesito potrebbe essere fornita, più che da un cardiologo, da un neurologo. Detto questo, certamente l’arresto dell’emorragia è un buon segnale e l’intervento chirurgico subito è stato senz’altro utile nell’evitare un danno alle strutture cerebrali circostanti; tuttavia penso che sia difficile prevedere con certezza l’esito della situazione; diciamo che non si può affermare né che le cose andranno sicuramente bene né che andranno sicuramente male. Si rivolga con fiducia ai colleghi che hanno in cura Suo nonno, considerando che spesso risposte che possono sembrare evasive sono in realtà derivanti dall’esperienza di chi ha vissuto l’imprevedibilità delle malattie.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato respiratorio | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!