01-02-2018

Sangue dopo eiaculazione

Buon giorno. Domenica notte scorso (7 giorni fa ) ho avuto un rapporto sessuale duraturo ed intenso che terminando in una posizione fastidiosa con secondo me uno sfregamento maggiore del pene al coito sento un fastidio nel glande. Rapporto con preservativo, un po stretto e posizionato con poco spazio tra glande e serbatoio. Noto nello sperma una macchia di sangue.
Un paio di ore dopo o forse meno urino e sento dolore nel glande con fuoriuscita, al termine di una goccia di sangue al premere il prepuzio. Noto subito un bruciore del prepuzio/uretra con arrossamento del prepuzio e maggiore lieve tumefazione, il prepuzio appare come più aperto. Tale evento si è verificato solo in quelle due ore successive al rapporto.

Il giorno prima avevo avuto una lunga ed intensa masturbazione con una eiaculazione piacevole con abbondante seme bianchissimo e potente getto. Aggiungo che prima del sesso con la mia compagna avevo avuto un allenamento con i pesi abbastanza intenso proprio alle gambe natiche glutei e che per colpa di alcuni sforzi ho avuto una fuoriuscita di una emorroide per meglio identificabile come trombo emorroidario con dolore al tatto della vena in superficie. Per tutta la settimana ho sempre urinato bene senza dolori e sangue ma con dolore della emorroide ora attenuato ma sempre ormai fuoriuscita esterna. Nessun fastidio a dover urinare o dolori alla vescica. La notte dormo e non ho stimoli a urinare.

Il martedi mattina (48 ore o poco meno successive all'evento) ho effettuato degli esami del sangue con tali risultati : PSA : 0.69 ng/ml ( altri due risultati negli anni precedenti erano 0.481 ng/ml (2013) , poi 0.82 nel 2016 (ma laboratori totalmente differenti e per di più in nazioni differenti ) PSA Free : 0.20 ng/ml (0.23 ng/ml con rapporto 0,48 psafree/psa tot nel 2013) e ( psa free non rilevabile nel 2016) PSA % : 28.99 Fosfatasi Acida Prostatica : 2.40 U/L (riferimento 0.00-3.00) (0,89 ng/ml nel 2013, da rilevare la unita di misura differente nei due laboratori) URINE CHIMICO FISICO Colore : giallo paglierino Aspetto : Torbido Densità : 1015 PH : 7 Leucociti : negativo Nitrati : negativo Eritrociti/Emoglobina : negativo Glucosio : Normale Proteine : negativo Bilirubina : negativo Corpi Chetonici : negativo Urobilinogeno : negativo Sedimento : Normale Cellule epitelieli desquamate Moderate Coltura dell'Urina con assenza di batteri e con esito negativo.

Premetto che solo ieri ho fatto una spermiocoltura MA non uno spermiogramma perche per aver dovuto prendere il campione in loco onestamente a livello psicologico proprio non mi concentravo a masturbarmi e al coito ho eiaculato Bianco, senza dolori, senza sangue ma con poco volume (a una piccola parte persa perchè non ho centrato il contenitore ) per cui ho deciso di chiedere solo una spermio coltura per il pochissimo volume e devo vedere se esiste un laboratorio che mi accetti il prelievo a casa perche onestamente non mi concentro in un bagno di un ospedale.. Detto questo chiedo un consulto in riferimento a quanto avvenuto e in riferimento ai risultati esami ottenuti. In base ai risultai devo preoccuparmi di qualcosa ? Grazie. ( P.S se scrivo è anche perche trovandomi per lavoro all'estero mi fa piacere avere delucidazioni da connazionali perche per motivi logistici delle volte diviene davvero difficile per me stabilire un contatto con medico e fare tutti gli esami in un certo posto perchè delle volte mi sposto molto).

Risposta

Gentile signore, ho letto attentamente ciò che ha scritto : 1- lo sforzo di qualsiasi genere può produrre una o più gocce di sangue ma sempre se i tessuti sono infiammati da batteri o traumi che li rendono iperemici e quindi più fragili a rotture venose.
2-I batteri sono nell'uretra (uretrite) ma sono concentrati e si accumulano nell'apparato genitale (prostata,vescicole seminali..) per cui vanno ricercati nello sperma con l'aggiunta della ricerca oltre che di miceti e germi comuni (Gram+ e Gram-) anche di _Clamidia tracomatis_ , Micoplasmi,_ Tricomonas vaginalis._ Se presenti vanno trattati singolarmente con terapia mirata insieme alla moglie o convivente sessualmente,quindi deve attendere la spermiocoltura che alla sua età non può esser assolutamente negativa perché i batteri entrano già dal primo rapporto.
3- I sintomi rettali sono compatibili con una "prostatite subacuta"anche in assenza di sintomi urinari.
4- Il PSA totale al di sotto di Uno va ripetuto solo ogni 5 anni dopo i 55 anni, ma non va fatto a 35 anni tanto meno il psa libero e rapporto utile solo quando il psa superasse il valore di 3.
5- unica preoccupazione è in presenza dei germi su segnalati con trattino si può avere infertilità di coppia se non eliminati.

Distinti saluti.

TAG: Adulti | Andrologia | Esami | Giovani | Organi Sessuali | Salute maschile | Sessualità | Urologia
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!