Eiaculazione precoce: ne soffre un italiano su cinque

eiaculazione precoce ne soffre un italiano su cinque
Redazione Paginemediche
Scritto da:
Redazione Paginemediche

Perdita dell’autostima, ansia e imbarazzo, frustrazione, generale peggioramento della qualità della vita e del rapporto di coppia: questi gli effetti più gravi legati all’insorgenza dell’Eiaculazione Precoce, una disfunzione che riguarda un uomo su cinque in età compresa tra i 18 e i 70 anni.

Solo il 10% degli uomini che soffrono di eiaculazione precoce, però, ne discute con il proprio medico, come rivelano i dati resi noti nelle scorse settimane dalla SIA - Società Italiana di Andrologia -, dalla SIAMS - Società Italiana di Andrologia e Medicina Sessuale e della SIU - Società Italiana di Urologia.

L’Eiaculazione Precoce non è da considerare – come spesso accade – un problema soltanto maschile: anche le partner di uomini colpiti da questa disfunzione provano rabbia, ansia, frustrazione e perdita di interesse verso la vita sessuale e ciò è dimostrato dal fatto che solo nel 38% dei casi le donne si definiscono appagate.

Secondo gli esperti, la durata media di un rapporto sessuale ha un range che oscilla tra i tre e i sette minuti. In caso di Eiaculazione Precoce, la durata di un rapporto scende al di sotto dei sessanta secondi oppure può avvenire che l’eiaculazione si verifichi ancor prima della penetrazione.

Esistono due diversi tipi di Eiaculazione Precoce. La Primitiva, o congenita, e quella Secondaria.

La prima si verifica nella maggior parte dei casi ed è una condizione medica riconducibile ad un’alterazione di un importante neuro- Mediatore, la “serotonina”, più che una manifestazione legata a motivi psicologici.

La seconda è dovuta a processi infiammatori del distretto genitale (prostatiti o vescicoliti) o ad altre patologie (ipertiroidismo, disfunzione erettile, problemi di natura psicologica) o, infine, all’abuso di sostanze stimolanti o farmaci.

Per informare gli uomini e le loro partner e per rispondere ad eventuali dubbi legati all’Eiaculazione Precoce, dal 25 al 27 novembre si svolgeranno in tutta Italia gli “epdays”.

L’iniziativa, organizzata dalle Società Scientifiche SIA, SIAMS e SIU prevede tre giorni di visite gratuite. Per trovare il centro specializzato più vicino, presso il quale prenotare una visita gratuita, è possibile telefonare al Numero Verde 800.93.33.18


Per approfondire guarda anche: “Quanti italiani soffrono di Eiaculazione Precoce?“

 

Leggi anche:
Riconoscere che c'è un problema è il primo passo per aiutare il partner che soffre di eiaculazione precoce.
28/03/2017
16/11/2009
TAG: Urologia | Salute maschile | Sessuologia | Psicologia | Sessualità | Organi Sessuali | Salute mentale
Redazione Paginemediche
Scritto da:
Redazione Paginemediche