Salve, sono un uomo di 20 anni (60kg, 1.78m) e penso di soffrire da parecchio tempo di eiaculazione precoce. Durante la masturbazione riesco a controllarmi e a interrompere, in questo modo posso riuscire a prolungare anche oltre l'ora, ma questo mi obbliga a fermarmi letteralmente ogni decina di secondi. Se non mi fermassi mai, in stato eccitatorio, penso non durerei manco un minuto. Inoltre se non eiaculo regolarmente (diciamo 1 volta alla settimana) è quasi assicurato un episodio di polluzione notturna, completamente incontrollabile.Come se non bastasse una cosa che non sono mai riuscito a capire è che dopo l'eiaculazione mi sento completamente frastornato e non riesco minimamente a concentrarmi, e questa sensazione molto spesso dura anche fino alle 24 ore successive. Questo, legato alle polluzioni notturne, ha in alcuni casi impattato su performance sportive e scolastiche. So che vengono rilasciate delle sostanze durante l'eiaculazione, è possibile che nel mio caso siano sovrapprodotte?Ovviamente tutto questo porta non pochi problemi di insicurezza, ma non credo che il motivo sia psicologico dal momento che è una cosa che va avanti da anni. La cosa che mi preoccupa di più è il problema della testa frastornata. Per altri motivi (dermatologici e allergologici) devo fare a settembre gli esami del sangue con controllo di livelli di testosterone totale e libero, TSH, PCR, GOT, GPi, gammaGi, Fe, Acido folico, fT3, fT4. Posso ottenere delle risposte già con questo tipo di esami? Ci sono dei modi per risolvere anche il problema dell'eiaculazione precoce? Grazie in anticipo.