28-07-2016

Sbalzi d'umore continui

Salve io ho una ragazza di 31 anni con passato difficile che purtroppo ha questo problema ed è grave perché almeno una volta al giorno passa da tranquilla, dolce, normale a pericolosa e violenta con una rabbia per tutto e tutti. Va in crisi, piange, spacca tutto quello che trova, graffia e alza le mani senza motivo con tutti quelli più vicini e che la conoscono, ha paranoie di possessione poi quando passa all'altra fase si calma come se non fosse successo nulla o crea sempre un alibi per dare colpe e giustificazione dei suoi comportamenti. Dopo passa a sensi di colpa ecc ecc ma mai ammettendo che lei ha qualcosa che non va, poi si ripresenta il problema ed è sempre cosi da tre anni peggiora sempre più, odia tutti e tutte, allontana chiunque e allontana gli altri dalla propria famiglia, dalle amicizie al punto che sono addirittura arrivato a pensare ad un esorcismo!!
Ho cercato sempre di assecondarla cercando di farla contenta per quanto mi è possibile di essere sempre disponibile ai suoi desideri quelli accessibili ma niente. A volte ho perso la pazienza e mi è uscito che lei ha qualche problema e ne sono dispiaciuto perché so che a chi ha questi sintomi non bisogna mettergli altri tarIi in testa, posso portargli anche la luna ma quando poi si ripresenta la sua malattia in breve tempo anche dopo pochi minuti da momenti sereni stravolge tutto e ricomincia con mille offese verbali e fisiche, la mattina è sempre di cattivo umore, non cerca più lavori, si rifugia sempre in casa e la sua euforia la rende arrogante al punto che non riuscirei mai a convincerla ad andare da un dottore. Ho provato in passato e a casa è stata una tragedia, vorrei riuscire ad aiutarla. Il brutto è che non per sua volontà ma sta devastando anche la mia vita, pensavo di farcela ma sono arrivato a rinunciarci, non riuscirei mai ad abbandonarla perché in quella poca serenità che riesce ad avere in piccole dosi è una ragazza intensa, profonda, stupenda, buona, piena di vita.
Avendo conseguenze e grandi disturbi di premestruazione stiamo provando ora una cura naturale di agnocasto, qualcuno può dirmi se sarà d'aiuto?? Chiedo a voi online anche perché non è possibile portarla in sedute o visite o fargli assumere farmaci specifici in quanto non accetta la verità del suo stato ma anzi il contrario. grazie
Risposta di:
Dr. Vittorio Tripeni
Specialista in Psicologia e Psicoterapia
Risposta
Ritengo sia opportuno un inquadramento più dettagliato, da un punto di vista scientifico, dell'attuale condizione esistenziale. Soprattutto per realizzare un quadro di riferimento per gli interventi da adottare. Sono propenso a ritenere efficace anche una cura "naturale", tuttavia credo sia fondamentale conoscere meglio la storia della persona, le sue relazioni e gli atteggiamenti nei confronti dei rapporti sociali, l'anamnesi clinica (ha avuto già probemi portati all'attenzione della medicina o della psicologia/psichiatria, qual è la sua situazione familiare, l'attuale condizione sociale e così via).
Suggerisco il supporto di uno/a specialista che sappia innanzitutto inquadrare il caso, ipotizzare una strategia terapeutica e - allo stesso tempo - dare un supporto per individuare una prospettiva di vita più consona con le aspettative e i bisogni della persona.
TAG: Psicologia | Salute mentale | Terapie