Logo Paginemediche
Cosa mangiare per un Ferragosto all'insegna del buon umore

Cosa mangiare per un Ferragosto all'insegna del buon umore

Ferragosto, rosso in calendario, è la festa che, più di ogni altra, è sinonimo di relax, spensieratezza e divertimento. Ecco come viverlo al meglio.
In questo articolo:

Ferragosto, la festa dell'estate da trascorrere in famiglia o con gli amici, al mare o in montagna. L'importante è rilassarsi e cercare di trovare il giusto equilibrio tra benessere e divertimento. Il miglior modo per approcciarsi al 15 Agosto è essere portatori ‘sani’ di buon umore, utile per se stessi e per chi ci sta accanto. Ora, per aggiungere quest’obiettivo una strada passa per il cibo: non è raro, infatti, imbattersi in ricerche scientifiche che collegano l’alimentazione allo stato d’animo. Ecco, quindi, una serie di consigli sui cibi da mangiare per trascorrere un Ferragosto all’insegna della serenità e del buon umore.

Cosa mangiare per dormire meglio? 

Dormire bene di notte, si sa, aiuta a vivere bene il giorno successivo: l’insonnia, infatti, è causa di irritabilità, intolleranza, disattenzione, depressione, smemoratezza. Insomma, tutti motivi per rendere storto il Ferragosto e le altre giornate da dedicare alle vacanze. In primo luogo, bisogna evitare le bevande con la caffeina: limitare caffè, tè e coca-cola. Meglio puntare sul decaffeinato e sull’acqua frizzante e gli effetti positivi sul sonno si faranno sentire presto. Com’è che si dice, poi? Colazione da re, pranzo da principe e cena da poveri…Sì, perché i grandi pasti di sera possono tenere svegli, dal momento che la pancia, in sovraccarico, è chiamata agli straordinari. Ecco perché si suggerisce una colazione abbondante, un pranzo ricco ma una cena che non vada oltre le 500 calorie. Lo stesso dicasi per l’alcol: se bevuto la sera - e molto - può arrecare disturbi al sonno, condizionando lo stato d’animo all’indomani. Insomma, parola d’ordine: limitare le bevande alcoliche di sera. Non vorrete correre il rischio di andare al mare in versione bisbetico, vero?  

Mangiare pesce mette di buon umore 

Il pesce, l’alimento principe dell’estate, è ricco di omega-3 che possono contribuire ad alleviare i sintomi depressivi. C’è uno studio, ad esempio, che sostiene che mangiare pesce due volte a settimana è associato a un minor rischio di finire depressi o, molto peggio, di suicidarsi. Siete vegetariani? Beh, in giro ci sono tanti integratori di Omega-3…  

Stanchezza? Ecco cosa consiglia lo Chef

Una premessa importante: se il senso di stanchezza è costante, meglio rivolgersi a un medico, perché potrebbe essere sintomo di una malattia e della carenza di ferro e anemia. Se, invece, la fatica è qualcosa di temporaneo, allora ben più che qualcosa si può fare. Il consiglio è inserire nella dieta gamberi, carne magra di manzo, agnello, pollo o tacchino scuro (senza la pelle) e frutti di mare. Nel caso in cui, però, per scelta, non si mangia carne, fare incetta di agrumi, succhi di frutta, meloni, frutti di bosco, verdure a foglia verde, peperoni rossi o verdi e pomodori. Magari, con l’aggiunta di un multivitaminico con il ferro.

La lista della spesa del buon umore 

Dopo gli utili consigli di cui sopra, ecco una vera e propria lista della spesa di cibi che hanno la dote di mettere il buon umore e farvi godere così al meglio le vacanze.

  • Bacche: sono molto efficaci contro la depressione e pieni di antiossidanti che supportano il corretto funzionamento del cervello e migliorano la funzione cognitiva. Le bacche, inoltre, sviluppano energia positiva attraverso la produzione di ‘enzimi’ che, letteralmente, fanno ‘sentire bene’ il cervello. Insomma, vai con i mirtilli!
  • Cioccolato fondente: anche è un alimento più invernale che estivo, rallenta la produzione dell’Ormone dello stess e contribuisce alla diminuzione dei livelli di ansia. Per di più, il cioccolato aumenta la Serotonina e, quindi, determina una sensazione di benessere che dura per diverse ore.
  • Banana: si tratta di una frutta che contiene elevate quantità di vitamine e minerali. Ad esempio, il triptofano, noto per incrementare i livelli di serotonina, l’ormone del buon umore.
  • Avocado: contiene grassi buoni e sani, abili nell’aumentare i livello di dopamina e le endorfine. Insomma, un toccasana per uno stato d’animo positivo.
  • Uova: molto ricche di vitamina D, alleviano i disturbi dell’umore, in quanto stimolano la produzione di serotonina nel cervello.
  • Noci: non solo sollevano l’umore ma ottimizzano la composizione della parete cellulare e contribuiscono a mantenere bassi i livelli di colesterolo nel sangue, migliorando così la circolazione sanguigna e, di conseguenza, dando un senso generale di felicità e benessere.
Leggi anche:
Chiamata anche "vendetta di Montezuma", la Diarrea del viaggiatore è tra le malattie più comuni che possono capitare in viaggio.
Cerca un medico nella tua città
Specialista in Psicologia
Prov. di Torino
Specialista in Psicologia
Cagliari (CA)
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Psicologia
Palermo (PA)
Specialista in Psicologia e Psicoterapia
Roma (RM)
Specialista in Psicologia e Psicoterapia
Milano (MI)
Specialista in Psicoterapia e Psicologia
Torino (TO)
Specialista in Psicologia e Psicologia clinica
Isernia (IS)
Specialista in Psicologia
Roma (RM)
Specialista in Psicologia e Psicoterapia
Pesaro (PU)
Specialista in Psicologia
Castel Mella (BS)