06-07-2012

segua il consiglio del suo medico

Salve, ho 24 anni e da due mesi soffro di bruciori allo stomaco. Premetto che da più di un anno vivo in Francia dove la mia alimentazione è diventata obbligatoriamente molto più grassa. Da circa un mese ho ridotto drasticamente tutto quello che poteva infastidire il mio stomaco dato che mi era stata diagnosticata (alla buona) una gastrite. Ho cominciato a prendere l' Esomeprazolo e Poly-Karaya. Senza grandi risultati. Da due giorni sono cominciati forti crampi che partono dalla bocca dello stomaco, si irradiano sui lati e a volte arrivano fino al basso ventre. Si ripetono più volte ogni ora per qualche minuto solamente. E scompaiono di colpo, come sono arrivati. Da 3 settimane ho eliminato latte, formaggi, pasta, pane, dolci e tutto ciò che potrebbe rappresentare una minaccia per uno stomaco infiammato. Ma anche bere piano acqua mi causa dolore. E poco dopo aver mangiato qualsiasi cosa avverto crampi. Ultimamente soffro di leggera costipazione, ed oggi le mie feci erano giallastre. Ultimo indizio che non ho idea se sia inerente o meno: durante i rapporti sessuali con il mio compagno, da qualche tempo ormai, avverto fastidio al ventre e poi allo stomaco, fino ad avere crampi dopo il rapporto, con la sensazione che il mio ventre sia pieno e che quindi la penetrazione spinga dove non c'è spazio. Il medico francese consultato mi ha prescritto un'ecografia, con l'ipotesi di trovare dei calcoli alla cistifellea. Credete sia l'ipotesi da seguire? Non vorrei fossero i medicinali che prendo a causare i crampi e che quindi la pista che seguo è quella sbagliata.Mille grazieSilvia
Risposta di:
Dr. Carmelo Favara
Specialista in Gastroenterologia e Malattie dell'apparato digerente ed Endoscopia digestiva
Risposta

esegua l'ecografia e segua questa strada i suoi disturbi possono essere dovuti a problemi della colecisti.

TAG: Gastroenterologia