Non è facile descrivere i sintomi in poche parole: qualche mese fa ho iniziato con senso di calore alla testa, che il medico di base ha classificato come causato dall'ansia: dopo un breve trattamento con ansiolitici (che cmq mi avevano alleviato, poi ho smesso forse troppo presto?), il problema si è ripresentato in diverse forme, dallo stesso senso di calore (mai febbre, mai mal di testa) alla testa e occhi, al bruciore forte alla nuca tipo scottatura (se premo mi fa anche male la nuca) .Preciso che da anni soffro di dolore alla schiena ed al collo, probabilmente a causa della mia attività. Per un periodo, un mese fa - mi è anche venuto un formicolio al lato sinistro del corpo (guancia, braccio e raramente gamba) ma ora è del tutto passato. Al momento persiste questa percezione che mi pare alterata del caldo, mi sento a volte la testa calda, altre volte avverto un calore alla pancia al contatto con le mie mani o anche con gli abiti (non forte).Ovviamente di conseguenza percepisco come più forte anche un soffio di vento che mi fa avvertire un freddo certamente non normale. Ulteriori sintomi sono calore ai piedi che mi porta a stare in casa senza calzini, e alle mani con leggerissima sudorazione. La temperatura corporea è di 2/3 decimi più alta della mia media, ma cmq non supera i 37 gradi. Inizialmente pensavo all'infiammazione della cervicale, o compressione di qualche vertebra, ma porta tutti gli effetti che ho elencato? Debbo temere qualcosa di peggio tipo SM? L'ansia potrebbe essere la sola causa? Grazie per l'attenzione.