Gentile Dottore,qualche anno fa, a causa del mio ex ragazzo, ho sofferto di disturbi dell'alimentazione che mi hanno portato al limite dell'anoressia. In seguito ho conosciuto una persona splendida di cui sono molto innamorata e abbiamo iniziato a vivere insieme. Dopo un pò di tempo, la felicità ha lasciato posto all'ansia e alla paura di non... Leggi di più essere alla sua altezza e all'altezza del suo passato. Nonostante lui mi rassicuri di continuo ed è evidente che è innamoratissimo di me, l'anno scorso a cavallo della mia tesi di laurea ho avuto un problema di natura bulimica. Ogni giorno, per quasi sette mesi, mi sono procurata il vomito (nonostante non facessi delle abbuffate, ma mi nutrivo regolarmente) arrivando persino a programmare pasti fuori orario cha tanto poi smaltivo. Alla fine non ce l'ho fatta più, gliel'ho detto, ne abbiamo parlato e ho smesso. Ma perchè ho il pensiero fisso di mangiare e vomitare? Sono bulimica? Ne posso uscire da sola? Grazie!