25-10-2016

Sindrome di Ogilvie e intervento chirurgico

Sindrome di Ogilvie in soggetto 86 anni - malattia rara - difficile trovare professionisti e/o strutture a cui rivolgersi e/o rimedi. Diagnosticata dopo numerosi accessi al pronto soccorso, ricoveri in reparti diversi e vari esami diagnostici alla cieca; ora portata avanti con ricoveri settimanali in day hospital per desufflazione, il gastroenterologo "di turno" suggerisce colloquio con chirurgo che valuta necessità di intervento di asportazione dell'intestino crasso. Date le numerose incognite e la gravità dell'intervento cerco altri possibili consulti e informazioni da chi ne ha reale esperienza ma non so dove e come rivolgermi. Grazie per informazioni.
Risposta di:
Dr. Paolo Pantanella
Specialista in Gastroenterologia e Pediatria
Risposta
La diagnosi di sindrome di Ogilvie è difficile così come la sua cura. L'intervento chirurgico, specie a 86 anni, non sembra efficace. La terapia con macrogol (i prodotti che si usano per la preparazione della colonscopia) e la prostigmina sembrano le terapie leggermente più efficaci per sbloccare momentaneamente la situazione.
Esiste al S.Orsola di Bologna una ONLUS per la pseudo ostruzione intestinale cronica, di sicuro il centro con maggiore esperienza su tale patologia.
TAG: Anziani | Chirurgia generale | Gastroenterologia | Malattie rare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!