28-03-2006

Sono antonella, una ragazza di 20 a cui è stato

Sono Antonella, una ragazza di 20 a cui è stato consigliato effettuare un'ablazione transcatetere poichè secondo il parere del dottore appaio verosimilmente affetta da TPSV. I miei dubbi sono relativi oltre che alla mancata documentazione ECG della tachicardia ai rischi che possono scaturire da questo tipo si intervento quali il danneggiamento del normale sistema elettrico del Cuore; per cui vorrei conoscere anche le statistiche di piena o meno riuscita di questo tipo di intervento prima di decidere di sottopormi a tale procedura. Spero che i rischi correlati all' intervento siano, quindi, minimi per non dovere ricorrere a un impianto di pace-maker dopo l'intervento. Grazie
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
La sue osservazioni critiche sono da me assolutamente condivise. La diagnosi di TPSV è solo elettrocardiografica e gli elementi anamnestici (quello che lei racconta) possono solo suggerirne la presenza, anche se a 20 anni perdono di specificità perché le giovani donne possono spesso avere accelerazioni del normale battito cardiaco. Quindi se tali disturbi sono frequenti vanno documentati o recandosi subito al PS quando compaiono o eseguendo registrazioni (anche ripetute) con l’ECG-Holter.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare