Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

28-10-2013

Sono stato sottoposto a prostatectomia totale nel

Sono stato sottoposto a prostatectomia totale nel giugno 2007 ed a trattamento radioterapico di salvataggio nel maggio-luglio 2011 (dose 70 Gy in 35 sedute). Poiché l’incontinenza era aumentata (circa230 gr /giorno medi) ho deciso di sottopormi , all’inizio di marzo C.A., ad intervento chirurgico per il posizionamento di un dispositivo anti-incontinenza di tipo TOT. Appena dimesso dall’ospedale e anche adesso,( dopo 8 settimane di assunzione di una cp/die di Toviaz 8 mg: senza risultati )la situazione fra prima e dopo l’intervento è la seguente.Prima: di notte pannolino quasi sempre asciutto o poco bagnato----da seduto: pochissime perdite----in piedi: perdite contenute con residuo minzionale----camminando: perdite più abbondanti con minimo residuo minzionale.Dopo: di notte: pannolino sempre molto bagnato----seduto: perdite contenute-----in piedi fermo o in cammino: gocciolamento continuo con nessun residuo minzionale dopo un paio di minuti in tale stato.Sono convinto che il posizionamento del dispositivo abbia alterato l’equilibrio della zona; il chirurgo che mi ha operato dice che non servirebbe a niente rimuovere il dispositivo.Per gentilezza desidererei un consiglio per saper cosa fare. Grazie
Risposta di:
Prof. Giancarlo Fischetti
Specialista in Chirurgia generale e Urologia
Risposta

gentile paziente, credo che se lei vuole risolvereil suo problema, deve pensare al posizionamento di uno sfintere artificiale,considerando che ildispositivo tot le ha creato un peggioramento della incontinenza. non vedo altre soluzioni.distinti saluti prof. g.fischetti

TAG: Reni e vie urinarie | Urologia
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!