08-10-2002

Sono studentessa del corso di laurea per

Sono studentessa del corso di laurea per infermiere.Oggi pomeriggio stavo facendo il giro delle insuline e dopo aver fatto l''insulina ad un paziente HCV+ stavo gettando la siringa quando sbadatamente l''ago e'' penetrato in maniera obliqua e intradermica nella parte superiore del dito. Avevo i guanti e non appena mi sono accorta di ciò che era successo mi sono tolta i guanti. Non usciva Sangue ma con l''ago avevo lacerato la Cute. Quante possibilità ci sono che avendo fatto un''iniezione insulinica, sottocute, dunque, ed essendo venuta a contatto con l''ago ho preso l''Epatite C?? Rispondete, sono disperata...
Dr. Fegato.com
Risposta di:
Dr. Fegato.com
Risposta
La prima cosa da fare, e spero che l’abbia già fatto, è quello di fare denuncia di infortunio sul lavoro, e quindi impostare presso la Direzione Sanitaria del suo Ospedale la procedura di sorveglianza delle esposizioni accidentali. Questo anche a scopi medico-legali! Venendo all’entità del rischio, questa è sicuramente molto ridotta in un caso come questo, quando cioè l’ago non è stato utilizzato per via endovenosa, e quindi la presenza di sangue infetto è minore. Anche la puntura, molto superficiale e con un ago che ha anche attraversato il guanto, è da ritenersi a minor rischio. Ritengo pertanto che il rischio in un caso come questo sia stimabile in meno dell’1%.
TAG: Epatologia | Fegato | Gastroenterologia | Medicina interna
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!