15-02-2006

Sono un ragazzo di 34 anni affetto da sindrome di

Sono un ragazzo di 34 anni affetto da Sindrome di W.P.W. e vorrei sapere quali sono i rischi seppur minimi di un intervento di ablazione transcatetere del fascio di conduzione anomalo. Inoltre sarei curioso di sapere se dopo tanti anni dall'intervento possano insorgere nuove e aggravate aritmie o patologie cardiache dovute magari agli esiti cicatriziali dell'ablazione transcatetere. in attesa della vostra risposta anticipatemente ringrazio.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
In linea di massima l’ablazione di un fascio di conduzione anomalo è un intervento che, eseguito da operatori esperti, ha un rischio molto basso. In caso di successo non si ripetono crisi di tachicardia. Non ci sono dati su eventuali ripercussioni a lungo periodo delle piccole cicatrici. Si rivolga comunque a un Centro che abbia un buona esperienza nel campo delle ablazioni.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!