16-04-2008

Sono un ragazzo di 35 che non pensava di soffrire

Sono un ragazzo di 35 che non pensava di soffrire di ipertensione, l'ho scoperto per caso alla visita del medico del lavoro. Premetto che in questi ultimi 2 mesi sono sottoposto ad uno stress psicologico che comporta a non riuscire a dormire adeguatamente, a risvegli improvvisi come se avessi degli incubi, al non avere la giusta tranquillità interiore e la cosa strana è che quando misuro la pressione a casa i valori, molte volte sono ottimali, 123-78, 120-80 ma quando vado dal cardiologo mi salgono a 170-110, cosa che io non ho mai verificato! La mia domanda è, tutto questo stress e insonnia possono sballare i miei valori a tal punto? Che cosa mi consiglia di fare per capire se lo stress è la cause principale della mia ipertensione? E' vero che una volta presa una qualsiasi pillola il corpo non riesce più a farne a meno tale da vincolarne l'assunzione per vita natural durante? Grazie
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Carissimo, intanto un periodo di stress potrebbe essere certamente responsabile di innalzamento dei valori pressori. E’ anche vero che esiste l’ipertensione da “camice bianco” ma questo non vuol dire che non c’ è. Ti consiglio un controllo cardiologico con ecocardiogramma color doppler per valutare se presenti danni d’organo. Per capire se lo stress è la causa dei tuoi valori pressori ti consiglio una vacanza alle Maldive o in un posto che ti piace particolarmente e in buona compagnia. Non è vero che una volta uno assume una pillola non potrà più farne a meno ma certamente se i valori persistono elevati dovrai prendere in considerazione l’ipotesi di iniziare una terapia. Potrebbe essere giusto iniziare con prodotti di erboristeria o omeopatia tranquillanti e vedere cosa succede visto che hai il terrore delle pillole. Parlane comunque con il tuo medico di fiducia. Ciao
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato respiratorio | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!