Sono un uomo dell'età di 51 anni. Soffro da oltre 20 anni di epatite c e diabete mellito di Tipo II da circa 10 anni. Sono inoltre iperteso ed ho una frequenza cardiaca elevata, infine mi è stata riscontrata una neuropatia sensitivo motoria agli arti inferiori. Il mio genotipo virale è il 4 e dalla biopsia epatica effettuata nel 2002 risultò una... Leggi di più epatite cronica HCV Correlata di grado I stadio I, Iniziai nel 2002 una terapia interforinica con Infergen associato a Ribavirina nel periodo maggio 2002 - maggio 2003 e dopo un anno di terapia con l'aggiunta negli ultimi sei mesi del Mantadan non ottenni risultati. La carica virale alla fine della terapia era maggiore di quella iniziale così come lo erano i valori della transaminasi e della Ygt. Da allora non feci più nulla. Durante la terapia mi si presentarono effetti collaterali comuni come dori muscolari, febbre. mal di testa ed in particolare mi comparvero delle macchie rosse al volto soprattutto sulle guance tipo eritema a farfalla ed ebbi una fotosensibilizzazione della cute del volto. A Gennaio 2008 mi recai da un epatologo perchè i valori delle transaminasi continuavano sempre più ad aumentare GOT 150 GPT 200 YGT 653, bilirubina diretta alta 1.6 max 1.2, bilirubina indiretta alta 1.3 max 0.8 carica virale >700.000 e questi mi ha prescritto di nuovo un ciclo di terapia interferonica con Pegasys 180 mc + 5 compresse al giorno di Ribavirina. Il 1° Febbraio 2008 ho iniziato la terapia e subito si sono presentati i normali effetti colletarli come sindrome influenzale, dolori muscolari diffusi, febbre etc... Dopo 3 mesi di terapia GOT e GPT sono diventate normali, la Gamma GT ha un valore invece di oltre il doppio del massimo consentito 85, la ferritina 800 su un massimo di 300 consentito, la bilirubina totale ed indiretta sempre alta con ghli stessi valori indicati prima, mentre la carica virale si è abbassata notevolmente a 41.400 pur risultando l'HCV RNA qualitativo positivo al virus. Ho cominciato nel frattempo ad avvertire un crescente rossore sulla cute del viso con desquamazione della pelle ma tutto era ancora sotto controllo quando il 20/05/08 improvvisamente avvertii un fortissimo calore che mi pervadeva tutto il corpo . Divenni tutto chiazze rosse sul viso,che addirittura presemtava sotto gli occhi delle vescicole quasi mi fossi ustionato. Le chiazze rosse erano presenti sul sollo, sulla spalla e sulle braccia. Corso dal dermatologo questi mi diceva che il volto si presentava come quello di un soggetto con ustioni di secondo grado e mi ha diagnosticato una fotodermite dovuta all'assunazione di Ribavirina. Ho consultato anche un epatologo e questi mi ha consigliato di non sospendere assolutamente la Ribavirina e di riuscire con il dermatolo a gestire la situazione che si stava presentando. L'epatologo mi consigliava inoltre un ricovero per effettuare una biopsia dicendomi che prima di iniziare quest'ultima terapia era necessario che io avrei dovuto eseguirla. Attualmente il dermatologo mi ha prescritto l'uso di una crema Physiogel da mescolare al 50% con un cortisonico il Flubasol e di adottare un filtro solare 50 + prima di uscire di casa e di sottopormi ai test cutanei. Sono preoccupato perchè rispetto alla prima volta adesso l'eruzione cutanea è stata molto violenta e non vorrei che divenisse ingestibile e magari mi scatenasse qualche processo anche immunitario incapace di arrestarsi e/o regredire anche a seguito della sospensione della terpia.Infine ho sempre dalla mattina alla sera forti dolori muscolari agli arti inferiori che aumentano la note quando sono distesso dul letto e la cui intensità doorifica è tale da svegliarmi.Cosa mi consigliate? Vi prego aiutatemi fornendomi al più presto un Vs autorevole parere. Vi ringrazio e distintamente saluto complimentandomi con Voi per la qualità e la professionalità del servizio offerto.