Sono una ragazza di 31 anni sono stata ricoverata nel 2005 dove mi hanno riscontrato una pleuropericardite acuta idiopatica premetto che un mese prima un collega originario dal Bangladesh aveva contratto la TBC.Nell'Ottobre del 2005 vengo sottoposta alla Pericardiocentesi il liquido estratto è risultato sterile per germi comuni;negativo l'esame... Leggi di più batterioscopico pe BK;negativa la ricrerca di cellule neoplastiche;negative anche la intradermoreazione e le indagini sierologiche per herpes virus,CMV,EBV,varicellazoster,TABM non sono stati riscontrati auto-anticorpi.Sono stata sottoposta ad una terapia anti-infiammatoria (indometacina 100mg) il versamento pleurico-pericardico è andato riducendosi.Ma dal 2005 ogni anno a Settembre circa ho la recidiva con forti dolori al petto,fatica nel respirare, affanno dolore costante dietro la schiena che si accentua quando mi sdraio.Quest'anno fine Agosto mi hanno tamponato mi è stato riscontrato un colpo di frusta e quindi ho dovuto portare per 6 giorni il collare ma dopo due giorni ho iniziato a sentire i primi dolori alla spalla DX che si propagavano su tutto il braccio mnel frattempo mi ero informata su internet e mi rassicurai perchè erano i classici sintomi da colpo di frusta ma il giorno dopo accusai forti dolori al centro del petto con difficoltà respiratoria affanno ed un dolore costante nell'esofago come se avessi un nodo alla gola ed allora mi preoccupai... presi subito Indoxen 50 mg prima di andare al pronto soccorso; dagli esami del sangue, dalla rx toracica e dall'ecocardiogramma il risultato fu negativo.Ieri sera mi sono misurata la febbre ed il termometro segnava 37,3 subito preoccupata ho preso Indoxen 50 mg e adesso sto seguendo la terapia tre volte al di' per una settimana e dopo Indoxen 25mg due volte al dì, durante questo periodo sto facendo l'elettroterapia al collo ma ho un dolore costante ma sopportabile alla scapola sx che si propaga sia sul dorso che sul torace all'altezza della spalla.Fine Settembre andro' a Bologna dove ho contattato un cardiologo ed eseguirà tramite un nuovo macchinario 'Scanner' sul cuore per trovare la causa di questo male vorrei sapere se questo macchinario è valido al 100%.Vorrei sapere anche se c'e' una cura definitiva per porre fine a questa malattia se si puo' definirla tale?Quali esami piu' approfonditi devo fare per sconfiggerla? Oramai ci convivo ogni anno ma non voglio rassegnarmiVi ringrazio di cuore e mi scuso se mi sono prolungata troppo....CoridialmenteMarika