15-03-2004

Sono uno studente e sto svolgendo un lavoro di

Sono uno studente e sto svolgendo un lavoro di tesi sulla gestione dei Trapianti di Organo in Italia. Dai dati del Ministero della Salute risulta che il numero di organi trapiantati risulta abbastanza inferiore rispetto a quello degli organi espiantati. A cosa è dovuto ciò? E quali sono le percentuali del verificarsi di tali cause? (Ad esempio il fegato una volta espiantato non viene trapiantato al 60% per la causa A, al 35% per la causa B e al 5% per la causa C).
Dr. Fegato.com
Risposta di:
Dr. Fegato.com
Risposta
Il fatto che il numero di organi effettivamente trapiantato sia inferiore a quello degli organi espiantati dipende dal fatto che un certo numero, fortunatamente basso, di organi espiantati viene ritenuto inidoneo ad essere trapiantato. Infatti nel momento dell’espianto vengono fatti ulteriori accertamenti (ecografia, istologia estemporanea, etc.), al fine di valutare le condizioni del fegato da trapiantare. Se si mette in evidenza un qualche problema patologico, si scarta l’organo. Purtroppo non abbiamo dati o percentuali da fornirle relativamente alle cause che determinano il giudizio di non idoneità; tuttavia tra le più frequenti risultano l’evidenza di una steatosi epatica marcata, evidenza di lesioni tumorali, anomalie locali dei vasi sanguigni.
TAG: Epatologia | Fegato | Gastroenterologia | Medicina interna
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!