Salve, riscrivo la domanda che ho fatto l' altro gg perché non riesco a rispondere li dove gentilmente il dott. Emanuele Orlandi ha risposto), alla fine inserisco la nuova domanda. Sono un ragazzo di 29 anni, in seguito ad ansia ed attacchi di panico ho fatto una cura di Alprazolam e Paroxetina per 4 anni circa. L'Alprazolam inizialmente ne prendevo 3 compresse da 0,25 mg al giorno e sono arrivato fino a qualche mese fa a prenderne metà di 0,25 mg 1 gg si e 2 no (questo per diversi mesi) e la paroxetina che inizialmente prendevo metà 20mg una volta al gg fino al mese scorso la prendevo anche questa 1 gg si e 2 no però 1/4 di 20 mg. Non avevo disturbi solo che volendo levare i farmaci sono passato da un mese circa a togliere completamente l'Alprazolam e la paroxetina a prenderla 1 gg si e 3 no. Siccome da una decina di giorni ho disturbi come giramenti di testa e debolezza un po' di ansia (che delle volte mi porta anche a non riuscire a mangiare perché tipo mi si blocca la mandibola) e delle vertigini volevo sapere se dovrei riprendere l'alprazolam anche 1 volta ogni 3 gg continuando a scalare la dose oppure il corpo si deve abituare? La mia paura è ritornare al punto di partenza.Volevo sapere siccome ieri sera ho preso metà xanax sempre da 0,25 mi sono sentito un po meglio, anche se stamattina mi sono svegliato con ansia di nuovo sarà l'effetto finito dallo Alprazolam, mi consiglia di prenderlo per qualche giorno metà la sera e poi tentare una riduzione oppure il corpo si deve abituare all'assenza e quindi sono fastidi normali? Perché come dicevo ho paura in ricadute. Grazie mille.