Salve, sono una ragazza di 26 anni. Il giorno 10 è finito il mio ciclo, arrivato con 5 giorni di ritardo (premettendo che non ho mai comunque un ciclo regolare). Il giorno 16 io e il mio compagno abbiamo avuto dei rapporti protetti però non siamo stati molto attenti in quanto, la taglia del preservativo era leggermente più grande del solito quindi e dopo l'eiaculazione, il mio compagno é rimasto dentro una decina di secondi, mentre il pene perdeva volume e quando è uscito, non ha tenuto fermo il preservativo in quanto l’anello si trovava all’interno della vagina, così quando è uscito, l’anello si è trovato qualche cm più su da dove inizialmente era stato srotolato. Sul momento non abbiamo dato molto rilievo allo scivolamento fin quando domenica 18 ho avuto una perdita marrone che poteva benissimo essere residuo di ciclo. Anche qui niente di cui preoccuparsi (pensiamo). Il lunedì nessuna perdita, il martedì invece cominciano delle perdite rosa che durano per tutto il giorno. Ieri, mercoledì, perdite leggere marroni. Oggi più nulla. Sto comunque avendo dal giorno delle perdite rosa: tensione mammaria e dolore, crampi leggeri al ventre e dolore lombare (difatti pensavo che sarebbe arrivato il ciclo di li a breve ma niente). Ho comunque fissato la visita ginecologica per il 28. Quello che mi chiedo è: può essere una gravidanza? O è spotting mestruale? Inoltre parlando con mia madre, lei ha affermato che ogni qual volta restava incinta, aveva le stesse identiche perdite 10 giorni dopo dalla fine del ciclo. Un’altra informazione utile (forse) può essere che ho morbo di crohn scoperto ad agosto e che curo con Mesalazina 800 (5 volte al di) e prendo Esomeprazolo 20 mg per ernia da scivolamento. Grazie in anticipo per la risposta.