Buongiorno dottori. sono preoccupata per mio padre, fumatore sin da giovane. circa un mese e mezzo fa risentiva di un dolore acuto ma sporadico addominale destro intercostale, seguito in taluni casi da dolore toracico diffuso nella notte. seguito consiglio del medico abbiamo fatto delle analisi del sangue dove si evidenziava un valore superiore a 400 per il GGT da cui si evinceva problemi al fegato. il medico ci ha prescritto una tac addominale al polmone per chiarire il dolore addominale ed una ecografia epatica. dalla tac al polmone si evince un ispessimento dell'ileo polmonare con addensamenti di materia non definibile che vanno a schiacciare l'arteria polmonare destra. l'ecografia ha diagnosticato invece possibili lesioni secondarie al fegato. seguito successivi analisi con tac al fegato è stato rilevato tumore maligno al fegato, al pancreas (collegati fra loro) e al surrene (seguito incontro con oncologo ci è stato detto che quest ultimo era legato al polmone). tutti maligni. in data odierna è stato fatto un agoaspirato al surrene che però non ha dato i risultati sperati perchè non sono riusciti ad aspirare nulla, e un agoaspirato al torace zona ileo polmonare che è risultato un po' ematico. nel frattempo sono passati quasi due mesi e ancora non si è fatto nulla, mentre mio padre sta perdendo peso, continua ad avere nausea e dolori sempre più forti. le ghiandole del collo si sono gonfiate e siamo sotto antibiotici. ho sentito anche parlare di un fegato "virale" africano ed i miei genitori sono dei gran viaggiatori. in questa grande confusione generale ho bisogno di avere dei punti di fermi. si può curare? mi hanno detto che non si può operare perchè è formato da tante piccole metastasi diffuse e che si procederà con la chemioterapia quanto prima. l'attesa non è troppo elevata? come sbrigarsi? cosa comporta la chemioterapia? quanto dura una seduta? ha degli effetti collaterali? suggerisce un secondo parere? quali sono le prospettive di vita? mio padre ha compiuto ieri 62 anni. grazie della vostra disponibilità.