Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

04-08-2006

terapia del dermofibrosarcoma protuberans

mio cognato è stato operato la 1° volta in ambulatorio nel 2002, e la diagnosi è stata cisti sebacea ma dopo qualche mese questa "cisti" si è riformata ma lui visto la diagnosi non ha dato importanza alla cosa , e ha fatto trascorrere 2 anni senza controllo poi dopo mia insistenza si è deciso a fare un controllo dal chirurgo . è stato subito sottoposto a intervento chirurgico in ambulatorio ,in anestesia locale e dalla biopsia è stata fatta diagnosi di dermofibrosarcoma protuberans però il chirurgo pensava ad un errore e ha ripetuto la biopsia con un altro intervento , però la diagosi era sempre quella non c'era stato errore quindi ha deciso di rioperarlo e tutto questo succedeva dopo 2 anni dal primo intervento , è stato asportato del tutto eoggi è seguita dal "pascale" sono 2 anni che fa controlli ed è tuutto OK.non ha fatto radio ne chemio e il periodo di controllo è passato da 4mesi a 6 mesi .deve fare uleriore terapie o va bene cosi? la neoplasia era al collo e lo specialista gli consiglia di fare un eco al collo e radiografia al torace ,e la voltasuccessiva di fare risonanza con contrasto e tac toracica ,deve fare ulteriori accertamenti? o va bene cosi?


Dr.ssa Gaia Molho
Risposta di:
Dr.ssa Gaia Molho
Risposta
il dermofibrosarcoma protuberans è un tumore a bassa malignità con tendenza alla recidiva locale e raramente alla metastatizzazione. il trattamento è la chirurgia da effettuare con ampia escissione. i controlli periodici vertono alla precoce identificazione di recidive locali da effettuare con una ecografia e alla esecuzione di una tac del torace per le rare metastasi polmonari
TAG: Oncologia | Tumori
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!