Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

15-06-2006

test di coombs serve a svelare anticorpi che possono distruggere i GR

cose il test di coomb
Risposta di:
Risposta
Il test di Coombs è una analisi che serve ad individuare se nel sangue ci sono particolari anticorpi adesi alla superficie dei globuli rossi (test di Coombs diretto)oppure anticorpi circolanti liberi che possono in determinate circostanze causare la distruzione dei globuli rossi (test di Coombs indiretto). Il test di Coombs indiretto viene effettuato per determinare se nel sangue di un individuo circolano anticorpi liberi che, in caso di trasfusione ad un'altra persona (donazione di sangue), possono danneggiare il ricevente provocando la distruzione dei suoi globuli rossi. Il test viene usato, per esempio, nelle banche del sangue. Un altro caso è la malattia emolitica del neonato detta eritroblastosi fetale. Questa malattia si può manifestare nel caso in cui un nascituro ha il fattore Rh positivo (ereditato dal padre) e la madre è Rh negativa: in questo caso si crea una incompatibilità (materno-fetale) fra i due tipi di sangue per cui la madre produce anticorpi contro il sangue del proprio figlio, i quali, passando attraverso la placenta distruggono i globuli rossi del nascituro. Questa incompatibilità, riconosciuta in tempo con il test di Coombs, può essere curata. Il test di Coombs diretto si usa invece per scoprire gli anticorpi (chiamati autoanticorpi) che possono danneggiare i globuli rossi della stessa persona che li trasporta nel sangue; viene effettuato in alcune cause di anemia. Gli autoanticorpi distruggono i globuli rossi e provocano anemia con ittero (colorito giallo della pelle). Risposta a cura del dr Aldo Filosa Responsabile della struttura semplice di Talassemia e emoglobinopatie pediatriche.
TAG: Bambini | Pediatria
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!